Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione del rapporto mente-cervello nel pensiero di K.R. Popper e J.C. Eccles

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 La scienza ha svelato i segreti di molti fenomeni naturali un tempo misteriosi come la fotosintesi, la digestione, perfino la riproduzione, ma la coscienza sembra diversissima da essi. Innanzitutto i vari casi particolari di fotosintesi, dige- stione ecc. sono in linea di principio accessibili a qualsiasi os- servatore in possesso degli strumenti adatti, mentre ogni caso particolare di coscienza sembra aver un osservatore favorito, che ha un accesso diverso e migliore di tutti gli altri, quali che siano i loro strumenti. Forse è per questa e per altre ragioni che non vi è un ac- cordo su come sarebbe una teoria della coscienza. Il fatto stes- so che un aspetto così familiare abbia resistito per tanto tempo ai tentativi di caratterizzarlo, fa pensare che esso sia il conno- tato più ovvio e insieme più misterioso della nostra mente. Credo, che “il pensiero in diretta” di cui tanto si parla , sia ben lontano dall’essere a portata di mano: è chiaro quindi quanto deve essere grande il margine d'errore per qualsiasi conclusione si voglia trarre dalle informazioni “da laboratorio” che, oltre a non poter provenire dallo stesso cervello nello stes-

Anteprima della Tesi di Patrizia Puggioni

Anteprima della tesi: Evoluzione del rapporto mente-cervello nel pensiero di K.R. Popper e J.C. Eccles, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Patrizia Puggioni Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6067 click dal 20/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.