Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dall'informazione esplosa alla conoscenza appetibile. Informatiotion Design per la presentazione di contenuti editoriali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 casione: insomma testi che non si trovano nelle librerie canoniche maggiormente conosciute dal grande pubblico e che quindi non se- guono le regole di un mercato caratterizzato dalla moltiplicazione dei titoli, con conseguente accorciamento del ciclo di vita del singolo li- bro e diminuzione delle tirature. Stiamo parlando della libreria “Chia- ri” di Firenze. I motivi di questa scelta si possono rintracciare innanzi- tutto nel fatto che “Chiari” è anche una piccola casa editrice ed ha quindi a che fare con le problematiche sopraesposte; tuttavia si carat- terizza come una libreria-casa editrice di nicchia, che possiede cioè una piccola quota del mercato di riferimento, e che punta quindi molto sulla qualità dei suoi “prodotti” come fattore di successo; di conse- guenza “Chiari” si mantiene lontana dalle logiche di mercato canoni- che e riesce a rimanere del tutto al di fuori di alcune conseguenze qua- li l’eccessiva offerta di titoli a fronte di una domanda limitata, e l’inevitabile perdita di cura e valorizzazione del singolo libro. Nel ter- zo capitolo il lettore potrà apprendere la storia della libreria e l’offerta che propone ai suoi clienti. Per adesso basti considerare i motivi appe- na esposti che ci hanno spinto a considerarla per un’analisi in questa sede. La metodologia che abbiamo adottato per dimostrare scientifica- mente le nostre ipotesi, è quella elaborata da Graziella Tonfoni fra il 1989 e il 1994, denominata CPP-TRS, cioè Communicative Positio- ning Program – Text Representation System che, tradotto in italiano, significa: programma di posizionamento comunicativo – sistema di rappresentazione dei testi. Facendo riferimento ai testi che sintetizza- no in modo maggiormente efficace l’intera metodologia, possiamo di- re che questa si presenta come caratterizzata dal fine ultimo della pro- gettazione, dell’architettura o design di testi, intesi questi ultimi come unità comunicative complesse, cioè unità che consentano ai parlanti di rappresentare e trasmettere informazioni. In altri termini si tratta di applicare il sistema di progettazione di un edificio, con i relativi schiz- zi e disegni tecnici, alla scrittura e al trattamento dell’informazione in generale. Il metodo si basa su un vasto corpus di studi compiuti

Anteprima della Tesi di Duccio Boldrini

Anteprima della tesi: Dall'informazione esplosa alla conoscenza appetibile. Informatiotion Design per la presentazione di contenuti editoriali, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Duccio Boldrini Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1315 click dal 21/12/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.