Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La multicanalità nel settore bancario e le sue analisi competitive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 La scelta dell’integrazione dei canali nuovi con quelli "vecchi" è forse, per quanto riguarda le banche italiane, la più diffusa e comporta il rimettere in discussione gli strumenti preesistenti: essi infatti non vengono rimpiazzati ed è anzi necessaria una riconsiderazione complessiva degli stessi (si può parlare pertanto di una completa reingegnerizzazione della struttura distributiva). Da qualche tempo, la diversificazione della distribuzione bancaria si manifesta attraverso lo sviluppo di una gamma di canali differenti, in particolare per funzioni d’uso e modalità di interazione con il cliente. Risulta opportuno tracciare un quadro dei canali distributivi, con particolare riferimento alla c.d. “banca a distanza”,che non prevede cioè un contatto diretto, faccia a faccia, tra il cliente e il personale dell’azienda di credito.Volendo centrare la questione da un punto di vista cronologico, essa si è presentata, per quanto riguarda il nostro Paese, secondo il seguente schema: 2 C. Bianchini, Sistemi informativi di marketing per la multicanalità, in “Lettera Marketing”, n.1-2, 2000, p.18 ANNI ’70 ELECTRONIC BANKING ANNI ‘80 PROMOTORI FINANZIARI REMOTE BANKING ANNI ‘90 VIRTUAL BANKING

Anteprima della Tesi di Anna Maria Clerici

Anteprima della tesi: La multicanalità nel settore bancario e le sue analisi competitive, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Anna Maria Clerici Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2770 click dal 20/12/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.