Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Efficienza e redditività delle Società di Gestione del Risparmio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 performance negativa dei mercati, mentre il dato relativo ai fondi bilanciati è la risultante soprattutto del deflusso dei risparmiatori. Il calo del Nav gestito si ripercuote sulle SGR istitutrici di fondi in minori commissioni di gestione, mentre il calo delle adesioni comporta alle SGR collocatrici minori introiti da commissioni di ingresso. Lo scenario delineato vede le società di gestione del risparmio uscire da una fase di elevata crescita, dove si sono resi necessari investimenti in strutture, sistemi informativi, risorse umane, per affrontare una fase di crisi dove il risparmiatore, scottato dal trend negativo dei mercati e deluso dagli scandali finanziari, è in cerca di sicurezza e, guidato da tale necessità, compie scelte legate soprattutto a logiche di market timing, piuttosto che alla pianificazione delle risorse correlata alle proprie necessità. In queste circostanze il ruolo delle SGR non si limita alla gestione degli assets, il cui valore aggiunto sta nell’oculatezza e nella diversificazione delle scelte di portafoglio mirate al contenimento del rischio, ma arriva ad una allocazione del patrimonio correlata alle esigenze di ogni singolo cliente. Poiché il mercato italiano non è ancora pronto a recepire Financial Advisors indipendenti dalle singole società, sono le SGR stesse a dover formare le proprie reti di distribuzione secondo tali logiche, al fine di poter offrire alla clientela quel valore aggiunto in grado di fidelizzarla non solo per momenti di mercato. Tale concetto è ulteriormente rafforzato a fronte di un importante mutamento che sta per colpire la realtà italiana, e che può offrire grandi margini di operatività alle SGR: la riforma del sistema previdenziale. La necessità di una previdenza integrativa, pianificata secondo criteri che vanno oltre al mero collocamento di piani pensionistici, può permettere alle SGR di fidelizzare la clientela nel lungo periodo, garantendosi continue e stabili adesioni ai fondi gestiti ed aprendo la possibilità di gestire l’intero patrimonio della clientela stessa, in virtù dell’entità del rapporto che si viene a costruire nel corso del tempo.

Anteprima della Tesi di Riccardo Semeghini

Anteprima della tesi: Efficienza e redditività delle Società di Gestione del Risparmio, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Semeghini Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3098 click dal 24/12/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.