Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Efficienza e redditività delle Società di Gestione del Risparmio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 1.2. L’attuale ruolo del risparmio nelle famiglie italiane Nel corso degli anni novanta si è assistito, per la moltitudine di fattori elencati nel precedente paragrafo, all’ascesa dell’industria del risparmio, inteso, ai fini dell’analisi del presente paragrafo, come la gestione delegata a professionisti di attività finanziarie di pertinenza di soggetti in surplus, i quali concordano o accettano la linea gestionale, accollandosene i rischi ma restando proprietari delle somme impiegate, che pertanto non entrano nel bilancio del gestore. La normativa italiana, oggetto di analisi del successivo capitolo, prevede vari canali per la distribuzione dei prodotti di risparmio gestito, che vanno dal canale bancario a quello assicurativo. Riguardo alle modalità di collocamento è inoltre possibile che questo avvenga direttamente presso le sedi o dipendenze dei soggetti abilitati alla distribuzione 5 , tramite tecniche di collocamento a distanza 6 , tramite l’offerta fuori sede, attuata presso il domicilio della clientela. La moltitudine di canali favorisce la crescita e lo sviluppo del settore, ma non è l’unico fattore di sviluppo: anche il trend crescente dei mercati azionari, registrato alla fine anni ’90, ha favorito la ricerca di attività finanziarie da parte del pubblico. L’evoluzione e lo sviluppo del business non riguarda la sola realtà italiana, bensì coinvolge tutte le economie industrializzate occidentali. La seguente trattazione si pone lo scopo di analizzare la crescita del settore della gestione del risparmio avvenuta nel corso degli anni novanta in un contesto che consideri i dati italiani raffrontati con quelli di altre economie di mercato. A tale scopo, come termini di raffronto, si sono scelte le economie tedesche e statunitensi per le affinità che presentano con l’economia nazionale sia in termini strutturali che riguardo alla crescita economica che le predette hanno vissuto nell’arco temporale esaminato. Dal raffronto si è escluso il Giappone, il quale ha vissuto nel periodo in questione una fase di crisi economica che non ha quindi permesso lo sviluppo del business del risparmio come negli altri aggregati considerati. Il primo grafico proposto 7 introduce l’entità delle attività e passività finanziarie detenute dalle famiglie delle nazioni esaminate, in termini di percentuale rispetto al Pil, e la 5 In tale dizione rientra il circuito degli sportelli bancari. 6 Un esempio ne è l’operatività internet. 7 Fonte: Elaborazione sui dati proposti e rielaborati né “Il risparmio gestito”, Marco Onado, Editrice Bancaria. Fonti proposte: Usa, Flow of funds; Germania, Bundesbank; Italia, Banca d’Italia.

Anteprima della Tesi di Riccardo Semeghini

Anteprima della tesi: Efficienza e redditività delle Società di Gestione del Risparmio, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Semeghini Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3098 click dal 24/12/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.