Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

xi esistere fintanto che, l’ esito degli scontri armati non decreterà la sconfitta definitiva delle truppe del Re. Prima di quel momento la lotta per la supremazia del partito realista e di quello parlamentare, e dei diversi ideali che questi rappresentavano, di fatto passò anche attraverso i due Mercury. Le stime sulla circolazione dei Newsbook della Guerra Civile parlano di una tiratura settimanale che andava dalle 500 alle 1000 copie settimanali per una singola pressa. Il Mercurius Britanicus espressione di facciata del movimento parlamentare, quasi sicuramente superava la soglia delle 1000 copie. 1 Il Mercurius Aulicus nel difendere la causa realista molto probabilmente poté usufruire di ben tre stamperie attive. Due riconosciute si trovavano presso Oxford, una terza rimasta segreta durante tutto il conflitto , si trovava proprio al centro di Londra. Per l’ Aulicus appaiono delle potenziali cifre sulla tiratura esorbitanti per il tempo. Si ritiene in effetti possa aver raggiunto anche le 3000 copie settimanali. 2 Sulla circolazione delle notizie incidevano poi anche altri fattori come lo scambio dei periodici o la lettura comune. Le discussioni di politica, religione e diritto che settimanalmente trovavano posto sui Newsbook più seguiti del tempo come lo furono l’ Aulicus e il Britanicus , poterono così raggiungere un’ ampia fascia di lettori. Garantirono informazione e si resero estremamente effettivi nel campo della propaganda. L’attività di questi periodici risultò molto importante sia nell’ influenzare quella parte della popolazione rimasta neutrale durante la Guerra Civile, che nel fornire un decisivo sostegno alle parti in lotta. Un adagio del tempo segnalava l’ originale fenomeno della stampa periodica asserendo che ‘ le parti in lotta utilizzarono il piombo degli stampi con uno zelo pari al piombo dei proiettili ’. 3 La stesura del presente lavoro si propone di mettere in luce le dinamiche di comunicazione sviluppate dai Newsbook Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus attraverso l’esame stilistico e lessicale di alcune uscite che ricoprono un arco di tre anni, dal 1643 al 1645. Si è ritenuto opportuno di seguire un filo cronologico nell’esame dei testi, al fine di dispiegare nella maniera più fedele possibile l’evolversi sia degli eventi storici che della vicende giornalistiche. Per queste ultime in particolare si è dovuto ricorrere ad un esame comparato delle 1 Frank, Joseph, The Beginning of the English Newspapers 1620-1660, Harvard University Press, 1961, p.57. 2 Thomas, Peter William, Sir John Berkenhead 1617-1679, Oxford, Clarendon Press, 1969, p.38. 3 Hunt, Frederick Knight, The Fourth Estate, Routledge, Thoemmes Press, 1998, p.118.

Anteprima della Tesi di Marco Zannarini

Anteprima della tesi: Mercurius Aulicus e Mercurius Britanicus: Informazione e Propaganda nella Guerra Civile Inglese, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Marco Zannarini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 744 click dal 30/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.