Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"The Masque of Queens" di Ben Jonson

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Il mumming era in origine uno spettacolo itinerante che si svolgeva nel periodo natalizio ed era suddiviso in più parti. Un gruppo di uomini con maschere che coprivano i loro volti si recavano presso la casa di un nobile signore e svolgevano un’azione mimica, dalla trama esile e lineare, per poi giocare una partita a dadi con il padrone (che veniva sempre fatto vincere). Infine si procedeva alla cerimonia dell’offerta dei doni per terminare con il disvelamento dei volti degli uomini mascherati. Le prime azioni parlate erano presenti nei character monologues e nei character dialogues o character speech, usati come discorsi introduttivi agli spettacoli, ai tornei, e ad altri intrattenimenti. Essi portarono i primi esempi di azione drammatica che anticipò quella del disguising; erano comunque ancora drammaticamente modesti, anche perché mancava a loro supporto l’indispensabile elemento spettacolare della scenografia. Nel disguising avevano molta importanza i travestimenti per la comprensione dell’intera azione che era quasi sempre di tipo allegorico. Questo genere di intrattenimento differisce dal mumming poiché ai recitanti era concesso di parlare anche con le dame. Questo genere diventò molto popolare presso la corte. Il disguising, molto in voga presso la corte di Enrico VIII, era costituito da una danza eseguita da un gruppo di uomini e uno di donne che si univano in coppie in modo casuale per poi svelare nel finale la loro identità al pubblico presente in sala. Questo genere di intrattenimento, dalla struttura più complessa di quella del mumming, prevedeva la presenza di carri allegorici, e anche per questo può ritenersi l’antenato più diretto del masque. Numerosi sono i punti di contatto tra il disguise e il masque: innanzitutto per il tipo di scenografie utilizzate, l’impiego di rudimentali macchinari scenici, costumi sfarzosi, la musica, la danza e la semplice

Anteprima della Tesi di Rossella Lesi

Anteprima della tesi: "The Masque of Queens" di Ben Jonson, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rossella Lesi Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2311 click dal 14/01/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.