Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione in Rete nelle emergenze: il caso del disastro dello shuttle Columbia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 dei rischi che deve correre quotidianamente, relativi alla propria esistenza prima ancora che alla propria incolumità. Bauman parla di tormentata sfiducia esistenziale 5 , dovuta al fatto che la sicurezza è stata “sacrificata giorno dopo giorno sull’altare di una libertà individuale in continua espansione.” 6 L’individuo si trova di fronte ad una gamma infinita di possibilità, per cui l’incertezza non deriva più, come in passato, dal non conoscere i mezzi, ma dal non conoscere i fini, semplicemente perché questi sono troppo numerosi, in mancanza di un Ufficio Supremo, un leader, una guida, un’autorità in grado di indicare la strada da seguire, in mancanza addirittura di una routine di vita regolare e affidabile, che “avrebbe risparmiato all’attore l’agonia della scelta incessante.” 7 Non si può più nemmeno parlare di identità al singolare, ma solo di identità al plurale, assolutamente volatili, entità transitorie, in ”un’incessante lotta per arrestare o rallentare il flusso, di solidificare il fluido, di dare forma all’informe.” 8 Richard Sennet pone l’accento soprattutto sull’ansia e l’incertezza dell’uomo moderno in ambito lavorativo, in un’era di capitalismo flessibile, in cui ogni tipo di rigidità viene messo sotto accusa, soprattutto quelle burocratiche e formali. Si chiede ai lavoratori di essere pronti ai cambiamenti con breve preavviso, di accettare di essere spostati all’improvviso da un tipo di incarico ad un altro, mettendo fine ai percorsi lineari delle carriere. Più nessuno passa tutta la vita nella medesima azienda, anche perché i ridimensionamenti sono all’ordine del giorno. Ma la flessibilità anche per Sennet genera ansia, perché viene a mancare quella buona dose di stabilità che caratterizzava l’ambito lavorativo delle persone e “nessuno sa quali rischi valga la pena di correre o quali percorsi sia opportuno seguire.” 9 5 Z. Bauman, op. cit., pag. 25. 6 Ibidem, pag. 24. 7 Ibidem., pag. 25. 8 Z. Bauman, “Modernità Liquida”, Roma-Bari, Laterza, 2002, pag. 88. 9 Richard Sennet, op. cit., pag. 9.

Anteprima della Tesi di Federica Belli

Anteprima della tesi: La comunicazione in Rete nelle emergenze: il caso del disastro dello shuttle Columbia, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Federica Belli Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2492 click dal 30/12/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.