Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il quartiere Shahhadin

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 5.Il romanzo nel quadro storico-politico In questo quadro storico e politico si inseriscono le vicende del romanzo e di Lattakia, all’interno della quale si intrecciano le dinamiche sociali e politiche che fanno da sfondo alla trama e alle storie dei personaggi. Lattakia è una piccola città rispetto alle grandi Damasco e Aleppo, ma malgrado ciò, ha un ruolo fondamentale, e sicuramente rappresenta in piccolo quello che erano i disagi e gli squilibri sociali e politici da cui era afflitta la Siria durante il mandato francese, inoltre la città di Lattakia è talmente presente nel romanzo, che più che uno sfondo per le vicende dei personaggi, può considerarsi un personaggio essa stessa, anzi un co-protagonista. Forte è il legame che esiste tra gli “eroi” del romanzo e la loro città, Lattakia appunto, legame nel quale si può sentire un’eco auto-biografica dell’autore, che nacque a Lattakia e la amò profondamente. La città, nonostante il suo relativo sviluppo commerciale e una certa ascesa economica, e nonostante una svolta politica in senso liberale e democratico, manteneva ancora strutture feudali e patriarcali, che erano alla base del potere delle potenti famiglie della città, che amministravano le attività e i quartieri, ricorrendo a metodi di pressione intimidatori 23 : un osservatore occidentale, potrebbe forse osare un’analogia con i metodi delle famiglie mafiose siciliane, ma forse il paragone è azzardato. I partiti al potere, pur facendosi carico delle aspirazioni indipendentiste, lasciavano emarginati gli strati più indigenti della popolazione, oppressi da due tiranni contemporaneamente: l’autorità del Mandato, con le sue persecuzioni, i suoi arresti e i suoi soprusi, e l’autorità nazionale, debole, corrotta e ambigua. 23 vedi dimensione storico-politica dell’introduzione alla tesi “Al-Šīrāﻋ wa l-ﻋĀsifa”, di Aprile Maria Alessandra discussa l’8 aprile 1992, la cui sezione traduttiva è stata pubblicata da Jouvence: cfr. Hanna Mina “La vela e la tempesta”, Roma 1993,pag.28

Anteprima della Tesi di Letizia Guardelli

Anteprima della tesi: Il quartiere Shahhadin, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Studi orientali

Autore: Letizia Guardelli Contatta »

Composta da 397 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1084 click dal 30/12/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.