Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Disciplina delle pubblicazioni on line. La legge 7 marzo 2001 n. 62

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 ambito della famiglia, della dignità personale che con essa si congiunge, del sentimento morale dei giovani”. 25 Dunque si può concludere che la Corte Costituzionale ha avallato un’interpretazione restrittiva di buon costume, da intendersi non riferita a valori generici, quali quello di “morale corrente” o di “ etica sociale”, piuttosto come inerente alla sola sfera del pudore sessuale, benché ampiamente intesa. E’ importate sottolineare anche che il buon costume non è l’ unico limite alla libertà di manifestazione del pensiero; la Corte Costituzionale ha affermato che, accanto a tale limite esplicito, sussistono ulteriori limiti inespressi, fondati sulla necessità di tutelare beni diversi ugualmente garantiti dalla Costituzione. In particolar modo viene dato rilievo alle limitazioni a tutela dell’ onore 26 , della riservatezza 27 , della realizzazione della giustizia 28 , del sentimento religioso 29 , dell’economia pubblica 30 . 1.1.6. Il significato dell’ art. 21 della Costituzione L’ articolo 21 della Costituzione ha indubbiamente rappresentato una svolta importante in tema di libertà di informazione e di espressione. Esso rappresenta la volontà che i legislatori hanno avuto di cancellare tutte le limitazioni che avevano caratterizzato il periodo totalitario, facendo emergere quanto sia importante che l’ uomo si senta tutelato delle proprie libertà. E’ stato più volte ribadito, tuttavia, che la Costituzione Repubblicana sembra aver guardato più al passato che al futuro, ponendosi come massimo obiettivo quello di porre basi forti che non permettessero il ritorno delle assolute restrizioni del regime, ma non preoccupandosi nel modo dovuto delle prospettive della materia in questione. L’ evoluzione della tecnologia e della società hanno infatti evidenziato nel tempo la limitatezza del contenuto dell’ art. 21, soprattutto se inteso in senso letterale. Effettivamente in tale art. viene nominata solo la stampa e non tutti gli altri mezzi di comunicazione esistenti, come la radio, la televisione fino ad arrivare ai mezzi informatici. 25 Corte cost. n. 9/1965. 26 Corte cost. n. 86/1974. 27 Corte cost n. 38/1973. 28 Corte cost n. 18/1966. 29 Corte cost n. 188/1975. 30 Corte cost n. 123/1976.

Anteprima della Tesi di Ilaria Ferretti

Anteprima della tesi: Disciplina delle pubblicazioni on line. La legge 7 marzo 2001 n. 62, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Ilaria Ferretti Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1769 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.