Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Visual Merchandising

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 effettivi molto limitati. In altri termini, un potenziale disastro ha le stesse conseguenze di un disastro reale. Possiamo fare qualche esempio di come alcuni episodi hanno coinvolto grandi aziende multinazionali come la Nestlè e Coca Cola. Nel periodo prenatalizio del 1998 un gruppo di ecoterroristi sabotava in Italia i panettoni della Nestlè-Motta con un’azione di avvelenamento di alcuni prodotti. L’azienda attraverso i mass-media ribadiva la qualità dei suoi prodotti e la verifica con controlli accurati dei panettoni in commercio. Purtroppo la forte paura nei consumatori e i tempi molto vicini al Natale non fecero ottenere i risultati sperati: l’immagine fu colpita duramente e la perdite commerciali furono rilevanti. L’altro episodio è accaduto all’inizio dell’estate del 1999: in alcuni paesi europei vennero ritirate dal commercio le bevande della Coca-Cola, perché alcuni stabilimenti avevano utilizzato un gas nocivo. La psicosi si diffuse in tutto il mondo proprio all’inizio del periodo di massima vendita: l’estate. Anche qui i danni all’immagine e al fatturato della multinazionale di Atlanta sono stati notevoli. La Coca-Cola chiese subito “scusa”, si impegnò ad effettuare controlli sofisticati sulle tecniche di produzione, ribadendo che negli stabilimenti degli altri Paesi non c’erano problemi; attivò in Italia un numero verde per dare informazioni e rassicurazioni. Tutte queste azioni sono servite ad arginare la crisi di immagine e commerciale, ma non l’hanno certo fermata. È stata definita “cocastrophe” 4 . 4 Cfr., Daniele Pitteri, Fabbriche del desiderio. Manuale delle Tecniche e delle Suggestioni della pubblicità, Luca Sossella editore, Roma, 2002.

Anteprima della Tesi di Valentina Germinara

Anteprima della tesi: Il Visual Merchandising, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valentina Germinara Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 52174 click dal 05/01/2005.

 

Consultata integralmente 104 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.