Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La morte come critica alla totalità: Franz Rosenzweig e Th. W. Adorno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 3 Da qui nasce l'esigenza di Rosenzweig di ridare voce alla fattualità della morte e agli eventi di cui facciamo “esperienza” reale, che egli chiama con i nomi di uomo, mondo, Dio. Nella Prima Parte di questo lavoro dedicata a Rosenzweig seguiremo innanzi tutto, facendo parlare quanto più possibile i suoi testi, il percorso attraverso cui egli cerca di annodare questo binomio che unisce la critica a quell'impostazione idealistica incardinata sul concetto di totalità e il tema della morte. Il suo tentativo è quello di tratteggiare una possibilità di redenzione dal Tutto della filosofia verso il Nulla della morte che, anche se ci attanaglia con il suo miasma pestilente, pure siamo invitati a guardare per recuperare la nostra individualità. Solo lo sguardo diretto alla morte ci garantisce la possibilitá di passare, come si esprime nella Stella, dal Nulla al Qualcosa. (capitolo I). Il sostare sulla soglia di questo presupposto iniziale, che sostiene che la morte non sia un nulla, ma un ineludibile e inesorabile Qualcosa, è, infatti, necessario solo in quanto è garanzia di una successiva redenzione che porterà dalla morte alla vita [ins Leben]. Perché questo accada è però inevitabile, secondo il nostro, un esodo dalla filosofia e una richiesta di aiuto alla teologia e alla religione: sarà allora necessaria una chiarificazione di alcuni presupposti filosofici del metodo di Rosenzweig, che egli chiama anche con il termine di nuovo pensiero, nel quale, come avremo modo di illustrare, ha un ruolo centrale il concetto di rivelazione. A quest’ultimo tema ci introdurrà, nuovamente, il tema della morte. Sarà anche interessante vedere come questa nuova "logica" si relazioni e/o si distacchi da quella hegeliana (capitolo II).

Anteprima della Tesi di Marianna Rascente

Anteprima della tesi: La morte come critica alla totalità: Franz Rosenzweig e Th. W. Adorno, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Marianna Rascente Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2758 click dal 04/01/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.