Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nella Rete delle redazioni: viaggio dal Corriere dell'Umbria a Rai News 24

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Le parole pronunciate da Enrico Mentana in seguito a questo episodio sono state: «noi giornalisti siamo molto attenti a controllare le fonti tradizionali, ma non Internet, un sistema per sua natura anarchico» 19 . Se un video come quello di Vanderford è passato senza controlli non è solo colpa dei giornalisti e dell’anarchia della Rete, ma è anche merito delle capacità tecniche dell’autore che ha realizzato un prodotto di ottima qualità (benché le immagini fossero volutamente rovinate, per farle risultare più credibili) e che ha scelto il momento giusto per metterlo in Internet, cioè nel momento di massima psicosi da guerra di religione 20 . Bisogna aggiungere che il secondo conflitto iracheno si distingue nettamente dal primo per la quantità notevole di immagini e notizie che ha prodotto. «Dei quarantadue giorni di battaglia della prima guerra del Golfo – riassume Marco Pratellesi – restano tre immagini: il volto di Peter Arnett, che dai microfoni della Cnn raccontava il conflitto; il cielo notturno di Baghdad tagliato dal fuoco della contraerea irachena; il volto tumefatto del capitano Cocciolone, che ripeteva davanti alla telecamera “My name is Maurizio Cocciolone”» 21 . Non c’è confronto con questo secondo conflitto, iniziato nell’era di Internet, in cui si diffondono le notizie prima ancora che avvengano. Ancora Pratellesi definisce la seconda guerra del Golfo come «il conflitto più giornalisticamente coperto e raccontato della storia. Mai prima di allora si erano avute tante notizie e immagini da un fronte di guerra. Ma mai come allora è stato difficile capire che cosa veramente stesse succedendo al fronte. L’Iraq era improvvisamente diventata la terra delle bufale dove le 19 riportato in La Repubblica, 8 Agosto 2004 20 cfr. Iannuzzi F., “Pochi strumenti ma tanta abilità” in La Stampa, 8 Agosto 2004 21 Pratellesi M., “Video e diari hi-tech: la guerra ai tempi del Web” in Il Corriere della Sera, 28 Marzo 2003

Anteprima della Tesi di Alessandra Tibollo

Anteprima della tesi: Nella Rete delle redazioni: viaggio dal Corriere dell'Umbria a Rai News 24, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandra Tibollo Contatta »

Composta da 158 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2468 click dal 03/01/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.