Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L' esperienza dell' Informagiovani . Una lettura pedagogica.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 una facciata. Al contrario, se umilmente ci avviciniamo dal basso e spiamo in una delle facciate del nostro poliedro, non solo vedremo la parte da cui siamo stati attratti, ma anche porzioni di pareti che mai ci saremmo aspettati di poter vedere. Cos’è l’informazione? Porre la questione in questo modo significa darne una definizione da manuale o farne la storia dalla nascita ai giorni nostri. Ma da dove partirebbe una storia dell’informazione? Chi direbbe dal 1300, chi dal 1400, chi ancora dal 1500 e via di seguito in un infinita polemica sull’origine dell’informazione. Ma non è forse da prima ancora? I segni lasciati dai nostri antenati preistorici in grotte e caverne, oltre ad essere raffigurazioni rappresentanti momenti della loro vita quotidiana, non sono forse anche tracce di informazioni? Dunque parlare di informazione significa, a mio avviso, parlare della storia dell’umanità e una miriade di studiosi e intellettuali se ne sono occupati nei secoli in maniera esaustiva. Ma, se tutto è informazione da dove partire, cosa affrontare? Informazione oggi è: giornali, televisione, internet, libri, scuola, università, banche dati, ricerche, cellulari, palmari di nuova generazione ecc…. L’obiettivo di questo capitolo diventa allora la trattazione di un aspetto del mondo dell’informazione, uno degli aspetti critici: la quantità delle informazioni e la difficoltà per il comune cittadino di estrarne gli elementi utili al suo vivere quotidiano, districandosi dal gigantesco calderone di informazioni irrilevanti nel quale è immerso. Nel tentativo di affrontare questo aspetto della questione mi è sembrato utile fare dei distinguo parlando di “macro-informazione” in cui secondo me rientrano i grandi mezzi comunicativi, quali appunto mass media e internet e “micro-informazione” nella cui definizione si riproduce tutto il mondo dell’informazione, ma a

Anteprima della Tesi di Paola De Simone

Anteprima della tesi: L' esperienza dell' Informagiovani . Una lettura pedagogica., Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Paola De Simone Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2013 click dal 05/01/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.