Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal divieto d'interposizione nella manodopera alla somministrazione di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 l’impossibilità di sussumere nel tipo legale del contratto di lavoro subordinato nell’impresa il contratto fra datore e prestatore avente per oggetto un’attività lavorativa destinata a essere utilizzata da un soggetto terzo; quest’ultimo contratto si configurerebbe pertanto come contratto atipico (e laddove esso fosse utilizzato al fine di eludere o vanificare norme imperative di tutela del lavoratore, quindi in funzione di interessi non meritevoli di tutela, esso dovrebbe considerarsi per questo aspetto escluso anche dal novero dei contratti cui l’ordinamento riconnette gli effetti voluti dalle parti). 16 Gli articoli da 3 a 6 della l. 1369/1960 intervengono in una materia ben distinta dal divieto di fornitura di manodopera disciplinato dagli artt. 1 e 2 della stessa legge: prevedono particolari disposizioni di favore per i dipendenti dell’appaltatore in determinati appalti di opere e servizi. In effetti, la formulazione ambigua dell’art. 1, l. 1369 17 poteva portare alla conclusione che il divieto d’interposizione si dirigesse ad una particolare ipotesi di appalto, riducendo così l’area di liceità di quel contratto; la dottrina pressoché unanime e la giurisprudenza hanno invece chiarito che fra appalto e interposizione esistono sostanziali diversità. Si tratta di due fattispecie ben distinte: nel primo caso (lecito) l’obbligazione assunta è un’obbligazione di fare, cioè di realizzare un’opera compiuta o un servizio coordinato, diretto e realizzato nella sfera organizzativa dell’appaltatore; nell’altro (vietato) l’obbligazione 16 P. ICHINO, Il diritto del lavoro e i confini dell’impresa. La disciplina della segmentazione del processo produttivo e dei suoi effetti sul rapporto di lavoro, Relazione al Convegno “Diritto del lavoro e nuove forme di decentramento produttivo”, Trento 3-4 giugno 1999, Milano 17 “è vietato all’imprenditore di affidare in appalto o in subappalto…”

Anteprima della Tesi di Clara Rita Longo

Anteprima della tesi: Dal divieto d'interposizione nella manodopera alla somministrazione di lavoro, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Clara Rita Longo Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7037 click dal 10/01/2005.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.