Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema visivo del Danio rerio come modello di studio per malattie congenite umane: induzione di ciclopia e studio immunoistochimico.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Fig. 1.1 Il trattamento con etanolo causa ciclopia. Gli embrioni allo stadio intermedio dome/30% epiboly, sono stati trattati con una soluzione di etanolo al 2.4 %, per tre ore e lasciati crescere fino allo stadio di 48 hpf. A Embrione non trattato (controllo). B,C Embrioni trattati in cui si nota una parziale fusione degli occhi. D,E Embrioni trattati che presentano ciclopia completa (Tratto da Blader e Strähle, 1998). I mutanti cyclops e one-eye-pinhead presentano occhi che non subiscono migrazione ma si mantengono fusi in posizione centrale ed inoltre mancano della porzione ventrale dell’encefalo anteriore; questo difetto è conosciuto con il nome di oloprosencefalia (Solnica-Krezel et al., 1996). L’oloprosencefalia si manifesta come il risultato di un’anomalia nella differenziazione del prosencefalo negli emisferi cerebrali e nei ventricoli laterali, nel periodo compreso tra la quarta e l’ottava settimana di gestazione (De Meyer, 1987; Babcok, 1986; Filly, Chin e Callen, 1984). L’esposizione di embrioni umani ad etanolo, nelle tappe iniziali dello sviluppo, produce un effetto teratogeno (sindrome alcolica fetale) inducendo, nella differenziazione iniziale del sistema nervoso, gravi alterazioni, tra cui l’oloprosencefalia (Sulik e Johnston, 1982; Cohen e Sulik, 1992; Johnston e Bronsky, 1995). In questa anomalia rara gli occhi si fondono in maniera parziale o totale formando un occhio mediale racchiuso in un’unica orbita (Fig. 1.2). Si osserva solitamente una narice tubolare sopra l’occhio anormale. La ciclopia (occhio unico) e la sinoftalmia (fusione degli occhi) rappresentano un gamma di difetti oculari nella quale si sono fusi parzialmente o totalmente gli occhi. Queste gravi anomalie dell’occhio sono accompagnate da altri difetti craniocerebrali incompatibili con la vita. La ciclopia sembra derivi dalla soppressione di strutture cerebrali mediali (oloprosencefalia) che si formano a partire dalla parte craniale

Anteprima della Tesi di Andrea Calia

Anteprima della tesi: Il sistema visivo del Danio rerio come modello di studio per malattie congenite umane: induzione di ciclopia e studio immunoistochimico., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Andrea Calia Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2827 click dal 13/01/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.