Skip to content

Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 disposizione e noi dobbiamo soltanto scegliere ciò che è migliore e più adatto ai nostri propositi”. 6 Entrambi, l’uno come presidente e l’altro come membro, facevano parte della Royal Society of Art 7 , che aveva organizzato tre esposizioni industriali in Inghilterra, nel 1847, nel 1848 e nel 1849. Proprio durante una riunione cui partecipavano entrambi, il 29 giugno 1849, venne approvata l’idea di organizzare un’esposizione universale , con un fine economico ed ideologico al contempo: il confronto tra le risorse industriali di tutto il mondo, e la conferma della pace che allora regnava in Europa. Le regole principali erano il carattere internazionale, la precarietà dell’edificio destinato ad ospitarle, l’assegnazione di premi, la raccolta di sottoscrizioni, l’istituzione di una commissione reale per la selezione dei partecipanti, la cadenza quinquennale. 8 La mostra venne impostata con il criterio dell’unità dell’ambiente artistico. Venne indotto un concorso al quale parteciparono 225 concorrenti e che lasciò tutti estremamente insoddisfatti. L’”Illustrated London News” pubblicò nel luglio 1850 un progetto di Joseph Paxton (1803-1865), un ex-giardiniere del duca del Devonshire con esperienza notevole in fatto di serre, che fu accettato dal Comitato Costruzioni dell’esposizione e battezzato Crystal Palace. E’ il 15 luglio 1850. La costruzione dell’edificio venne affidata all’impresa “Fox and Henderson”. Questo era una grande serra in vetro e ferro che subì una modifica per salvare gli olmi giganteschi che stavano proprio nel luogo scelto per la manifestazione: tagliando la navata centrale nel mezzo con un transetto a volta, più alto del resto, si salvaguardarono gli alberi. Il Crystal Palace misurava 560m x 130m, e tali dimensioni erano state dettate da un evidente simbolismo: 560 metri corrispondono a 1851 piedi, l’anno dell’inaugurazione. Il simbolismo resterà un elemento ricorrente in tutte le esposizioni successive. Inoltre il palazzo aveva 6024 colonne di 5 6 F. Menna ”Rapporto da Londra 1851” in “Rassegna dell’istruzione artistica” II, 1967, n. 4, pag. 16. 7 La Royal Society of Art and Manifactures nacque a Londra nel 1754 con l’intento di incoraggiare le attività industriali e commerciali. Nel 1756 organizza la prima esposizione industriale ed agricola che, dal 1761, diventa annuale, durando quindici giorni circa e assegnando premi. ( Crf. D. Hudson, K. W Luckhurst “ The Royal Society of Arts 1754-1954”, London, 1854, pag.187. 8 Si avviano contatti con 65 città inglesi, scozzesi ed irlandesi, con visite alle principali industrie e contatti con le autorità locali. All’estero si raccolgono i pareri dei governi tedeschi e di quello francese. I risultati dell’ampia consultazione appaiono sostanzialmente favorevoli all’organizzazione dell’Esposizione ed alla raccolta di sottoscrizioni volontarie, senza l’imposizione di nuove tasse al governo.
Anteprima della tesi: Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Affiches Posters Banners: la visibilità delle merci dalle Esposizioni universali ad Internet

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Brinchi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Comunicazione d'impresa
  Relatore: Daniele Pitteri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 365

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redazio[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affissioni urbane attuali
amazon
artista
banner
centri commerciali
città
commercio on-line
comunicazione pubblicitaria
consumatore
e-commerce
ebay
esposizioni universali
grandi magazzini
internet
le nuove professioni del web
manifesti pubblicitari
merci
messaggio
outlet
parigi
pubblicità
shopping
toulouse-lautrec
walter benjamin

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi