Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il problema della regolamentazione di Internet tra autonomia ed eteronomia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 molte somiglianze con i luoghi “veri” di tutti i giorni (vedremo gli esempi noti come newsgroup, forum, chatrooms). In questi luoghi all’interno della Rete si sviluppano spesso numerose regole spontanee (non legate a leggi disciplinate dalle Istituzioni bensì a leggi interne ai siti che li ospitano) che funzionano a volte meglio delle leggi “reali”. Senza cadere nella provocazione, cercherò di fare degli esempi su alcune forme di aggregazione sociale e di spontaneità delle leggi in Internet per compiere un implicito parallelismo con le leggi vigenti negli ordinamenti degli Stati, allo scopo di poter generare una riflessione sul futuro di questo fenomeno che, spesso, è fin troppo simile a tutto ciò che accade nella vita reale, di tutti i giorni, nella società. Di conseguenza è necessario che questo strumento venga - attraverso norme, discussioni spontanee, regole consuetudinarie o quant’altro – regolato in modo globale e armonico per poter essere favorito e messo in condizioni di dare un reale contributo allo sviluppo della società del domani. Nelle conclusioni cercherò anche di accennare alle proiezioni della socialità in Internet, l’impatto che la Rete può avere nell’educazione dei bambini, dei giovani, in particolare minorenni. In Internet si può trovare qualsiasi tipo di materiale e questa ricchezza di informazioni non è mai stata così disponibile nella storia dell’uomo: resta il problema di analizzare quanto questa ricchezza di informazioni sia positiva anche agli occhi di un minorenne, e quanto invece possa essere nociva. Per questo è necessario affrontare quanto prima a tutti i livelli istituzionali il problema della regolamentazione di Internet, per poter finalmente seguire una sola strada, valevole per tutti, che disciplini questa nuova società in modo uniforme e condiviso. Da un lato l’autonomia di Internet andrebbe conservata per quanto riguarda i suoi caratteri più positivi, come la libertà di espressione e di azione, dall’altro la legge degli Stati deve impedire che tale libertà diventi una patologia per il sistema stesso lasciando libero sfogo alla devianza di ogni genere. Per impedire questo si deve probabilmente trovare un compromesso di portata mondiale, eventualmente con la progettazione di un organo in grado di correggere tali devianze in un ottica di libertà di ogni singolo utente.

Anteprima della Tesi di Matteo Rizzato

Anteprima della tesi: Il problema della regolamentazione di Internet tra autonomia ed eteronomia, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Matteo Rizzato Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2614 click dal 17/01/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.