Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 INTRODUZIONE Il diritto canonico e il diritto secolare hanno nel corso dei secoli,pur procedendo parallelamente, intessuto una rete fittissima di relazioni reciproche. In particolare, nella Chiesa si è costantemente e pacificamente ritenuto ,nel rispetto di determinate condizioni e ricorrendo precisi requisiti , che la "legge civile" potesse aspirare ad assurgere, secondo diverse gradualità, a "fonte" ,in senso generico dello ius canonico. Già nel codice del 1917 si impiegava lo strumento tecnico del rinvio alla legge civile; la norma che realizza il rinvio non regola direttamente la fattispecie ma accoglie la regolamentazione della medesima stabilita dal precetto di un altro ordinamento. "Ad ogni modo le norme emanate dall'autorità statale rientrano nell'ordine canonico se non in quanto siano accolte dalla Chiesa" 1 . Evidenti ed intuibili sono le ragioni di queste interrelazioni ed integrazioni tra normativa canonistica e normativa civilistica, tra cui la necessità di mantenere sempre rapporti saldi tra potere religioso e potere civile, anche per garantire la coesistenza, nella indivisibile 1 A. BERTOLA, Diritto Canonico, in NN.D.I., V,Torino,1964,p.798

Anteprima della Tesi di Bartolomeo Paolillo

Anteprima della tesi: Rilevanza dello ius civile nella disciplina del matrimonio canonico, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Bartolomeo Paolillo Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3819 click dal 21/01/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.