Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione delle società di calcio: performance e circolo vizioso. Alcuni casi a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 nel tempo la catastrofe del mondo calcistico che oggi si presenta davvero imminente”; il lavoro analizza nove anni di bilanci consolidati delle 36 società di serie A e B dal 1972 al 1980. La conclusione è un grido d’allarme in cui si sottolinea la necessità di un articolato piano di salvataggio finanziario. Dallo studio emerge che le passività correnti rappresentano già nel 1972 il 56,4% del totale dei finanziamenti ricevuti dai club, quindi capitale proprio e di prestito e dal 1975 al 1978, nonostante l’erogazione di un mutuo federale pari a 66 miliardi, il rapporto aumenta a ritmi vertiginosi fino a raggiungere un valore pari al 67,8%. Ma il dato più preoccupante riguarda i costi di gestione (problema non risolto anche ai giorni nostri): assorbono il 97% dei ricavi netti dalle partite, di cui il 50% copre ingaggi, stipendi e premi a giocatori e tecnici, e quasi altrettanto se ne va in “altre spese” connesse all’attività sportiva. 1.3 Il ruolo della Federazione Italiana Giuoco Calcio Durante tutto il processo evolutivo del mondo del calcio, i club sono stati assistiti dalla Federazione che ne ha curato, in particolare, gli aspetti legislativi. Il primo intervento di rilievo si è avuto con la riforma del 1966. “La Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.) è associazione riconosciuta con personalità giuridica di diritto privato avente lo scopo di promuovere e disciplinare l’attività del giuoco del calcio e gli aspetti ad essa connessi.. La F.I.G.C. è l’associazione delle società e delle associazioni che perseguono il fine di praticare il giuoco del calcio in Italia e degli altri organismi ad essa affiliati che svolgono attività strumentali al perseguimento di tale fine” 6 La F.I.G.C. è l’unica associazione abilitata ad organizzare e regolare il gioco del calcio nel territorio nazionale 7 , ed è un organo del C.O.N.I. (Comitato Olimpico Nazionale Italiano, di seguito C.O.N.I.). Quest’ultimo ha il compito di organizzare e potenziare lo sport indirizzandolo verso il perfezionamento atletico con particolare riguardo al miglioramento fisico e morale 8 . Il C.O.N.I. è un ente pubblico, dotato di personalità giuridica, responsabile dell’organizzazione e dello sviluppo di tutte le attività sportive in Italia: in particolare preserva e sviluppa lo sport nazionale, coordina e regola tutte le attività sportive ed infine supervisiona e sviluppa tutte le organizzazioni sportive. 6 Articolo 1 commi 1 e 2 dello Statuto della F.I.G.C. 7 Articolo 1 comma 4 dello Statuto della F.I.G.C. 8 Articolo 2 legge nº 426 del 16 febbraio 1942

Anteprima della Tesi di Giuseppe Baseggio

Anteprima della tesi: La gestione delle società di calcio: performance e circolo vizioso. Alcuni casi a confronto, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Baseggio Contatta »

Composta da 389 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5824 click dal 25/02/2005.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.