Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Donne e mafia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 perché non portati a conoscenza delle autorità ( reati non denunciati). Questo fattore secondo alcuni è di maggiore incidenza nell’ambito femminile. Le statistiche ufficiali riescono a cogliere solo quella parte di persone e di comportamenti che vengono colpiti da una sanzione pubblica. Le statistiche colgono quella sezione d’atti che sono criminalizzati. Indirettamente le statistiche offrono più un quadro ampio della reazione sociale alla devianza che un quadro della criminalità femminile. Pertanto l’immagine che questi dati possono suggerire è esclusivamente quella della donna criminalizzata il cui comportamento illegale viene sanzionato attraverso la reclusione carceraria. Un primo elemento che si evince è la scarsa presenza delle donne in carcere. La donna detenuta è una donna prevalentemente giovane ,la fascia di età più presente all’interno degli istituti penitenziari è quella che va tra i 18 e i 29 anni, e in generale è al di sotto dei 40 anni. La maggior parte delle detenute è nubile, di bassa estrazione sociale e di scarso livello d’istruzione. Le donne sono in carcere soprattutto per reati contro il patrimonio; sono però in aumento i reati contro l’ordine pubblico e conto le istituzioni dello Stato.

Anteprima della Tesi di Lidia Renta

Anteprima della tesi: Donne e mafia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lidia Renta Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19401 click dal 09/02/2005.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.