Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi e cambiamenti nel settore fonografico. Impatto su fruitori e distributori di musica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

fatto che la remunerazione della rendita venga corrisposta attraverso numerosi 'versamenti' è un aspetto fondamentale per l'artista. Per esempio la storia della musica è ricca di episodi che vedono canzoni ritornare popolari dopo molti anni dalla loro pubblicazione originaria permettendo agli artisti di godere di guadagni aggiuntivi senza ulteriore lavoro. Un esempio riguarda il brano 'Breathe' di Midge Ure, che legato nel 1998 allo spot della compagnia Swatch (la canzone è del 1994), generò reddito ulteriore per il cantante, attraverso i diritti connessi alla licenza e a un prepotente ritorno in classifica 1 . Un'ultima considerazione riguardante la durata del ciclo di vita dei prodotti si fonda sulla distinzione introdotta da Herbert J. Gans tra 'arte colta' e 'arte popolare'. Egli ritiene che i produttori di arte colta si impegnino in un processo complesso e innovativo, in cui la reazione diretta e soggettiva del consumatore non incide sul ciclo di vita di un opera destinata ad essere apprezzata in maniera continuativa da una nicchia con elevata cultura e a rimanere universalmente valida nel tempo. Dall'altro lato, l'arte popolare, o Kitsch, è rappresentata da prodotti che raggiungono presto la fase di maturità, sono facili da apprezzare e discendono da precedenti innovazioni creative, per cui sono soggetti ad un ricambio frenetico sul mercato. Nonostante questo, le strutture organizzative e i processi sociali che avvolgono queste due differenti forme d'arte non sono strutturalmente diverse (H. J. Gans, 1974). Al di là di ogni classificazione, il mercato ha spesso smentito ogni teorizzazione sul prodotto creativo. Punto fermo rimane la domanda, che seleziona, a volte in maniera sorprendente, i prodotti creativi di successo. 1 http://www.musicboom.it/mostra_recensioni.php?Unico=20030118010750.

Anteprima della Tesi di Simone Marengo

Anteprima della tesi: Crisi e cambiamenti nel settore fonografico. Impatto su fruitori e distributori di musica, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Simone Marengo Contatta »

Composta da 384 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3790 click dal 25/01/2005.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.