Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP I - Elementi della filosofia concorrenziale comunitaria 2 1. INTRODUZIONE In questo capitolo ci proponiamo di descrivere i tratti caratterizzanti della filosofia concorrenziale, mettendo soprattutto l’accento sulla pluralità di obiettivi che la politica di concorrenza comunitaria può conseguire e quanto questa può esser diversa a seconda dell’obiettivo che segue concretamente. 2. LA CE E LA LOGICA DELL’ECONOMIA DI MERCATO La scelta del sistema economico che sta alla base di una società è essenzialmente legata al modo in cui si dà risposta ai seguenti quesiti: cosa e quanto produrre, come produrre e per chi produrre 1 . Le alternative non sono molte. Si può rispondere “by dictate” 2 , come hanno fatto i sistemi socialisti ad economia pianificata, semplicemente decretando d’autorità il volume, la modalità ed i destinatari della produzione 3 . Diversamente, si può lasciare che a fornire le risposte adeguate ai sopraccitati interrogativi sia il meccanismo di mercato: “the free market solution … is to ration resources through price. On the supply side, firms good at producing things that people want will flourish and have more to spend than those less good at it. This has the advantage that the market encourages firms to produce efficiently what people want to buy” 4 . I sei Paesi della “piccola Europa” che il 25 Marzo 1957 si riunirono a Roma per la firma dei trattati istitutivi della CEE e dell’Euratom erano tutti ispirati ad un sistema 1 “The core problem of economic society is to determine what commodities shall be produced and in what quantities, how they shall be produced and for whom” in D. Hildebrand, The Role of Economic Analysis in the EC Competition Rules, Kluver Law International, The Hague, 1998, p. 137. 2 Ivi, p. 137 3 “In socialist economies … resources have been allocated by officials and rationing”, in V. Korah, An Introductory Guide to EC Competition Law and Practice”, Hart Publishing, Oxford 1997, 6 th Edition, p. 8. “… those holding power simply decree their preferred answer to each question”, ancora D. Hildebrand, op. cit., p. 137 4 V. Korah, op. cit., p. 8

Anteprima della Tesi di Gian Franco Chianale

Anteprima della tesi: L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gian Franco Chianale Contatta »

Composta da 408 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4323 click dal 25/01/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.