Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP I - Elementi della filosofia concorrenziale comunitaria 4 La CE infatti si prefigge di tutelare la concorrenza ex lege, essendo convinta che ciò porti il sistema ad un miglior grado di efficienza. Tale convincimento è esplicitato nel testo dell’art. 98 (ex art. 102.a) 9 TCE: “Gli Stati membri e la Comunità agiscono nel rispetto dei principi di un'economia di mercato aperta e in libera concorrenza, favorendo un'efficace allocazione delle risorse, conformemente ai principi di cui all'articolo 4”. 3. POLITICA DI CONCORRENZA E OBIETTIVI DI POLITICA ECONOMICA COMUNITARI Nella CE le regole di concorrenza non sono fini a se stesse. Costituendo una delle politiche attraverso le quali la Comunità intende raggiungere gli obbiettivi che si è prefissata 10 , devono essere interpretate nel contesto di una ben più generale politica economica comunitaria 11 . Ora, gli obbiettivi di politica economica della Comunità sono esposti con chiarezza nell’art. 2 TCE “promuovere nell'insieme della Comunità … uno sviluppo armonioso, equilibrato e sostenibile delle attività economiche, una crescita sostenibile e non inflazionistica, un elevato grado di convergenza dei risultati economici, un elevato livello di protezione dell'ambiente e il miglioramento di quest'ultimo, un elevato livello di occupazione e di protezione sociale, il miglioramento del tenore e della qualità della vita, la coesione economica e sociale e la solidarietà tra Stati membri”. 9 Sempre secondo Denozza, “L’esistenza di una legge antimonopolistica suppone un giudizio in cui il libero scambio su un mercato concorrenziale viene valutato come il miglior mezzo di allocazione delle risorse a disposizione della società” ivi. 10 A detta di Neill Nugent la politica di concorrenza è infatti è uno dei quattro pilastri, assieme alle “4 libertà”, al “riavvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli stati membri..” e alla Tariffa Doganale Comune su cui poggia il raggiungimento dell’obiettivo principe della CE, il Mercato Unico. N. Nugent, Governo e politiche dell’Unione Europea, il Mulino, Bologna 2001, pp. 350-357 11 Precisamente, “The competition rules are to be interpreted in their legal and economic context”, in L. Ritter, W.D. Braun, F. Rawlinson, op. cit., p. 15

Anteprima della Tesi di Gian Franco Chianale

Anteprima della tesi: L'evoluzione delle regole di concorrenza nel diritto comunitario, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gian Franco Chianale Contatta »

Composta da 408 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4323 click dal 25/01/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.