Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla strategia ai comportamenti: la Balanced Scorecard come sistema di valutazione delle prestazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Indicatori economico-finanziari Limiti all’approccio tradizionale del controllo strategico 15 redditività nel medio-lungo termine, producono nel breve periodo effetti negativi in termini di costi e ricavi e quindi un peggioramento del risultato economico. Questi concetti sono conosciuti dalle imprese che adottano delle azioni di mercato dirette proprio alla crescita e allo sviluppo dei prodotti/mercati ma è qui che si verifica il paradosso. E’ incomprensibile pretendere dai manager delle decisioni orientate al medio-lungo periodo allorquando tutto il sistema di incentivazione e di retribuzione poggia su indici e valori riferiti all’anno e quindi al breve periodo. I lavoratori vorranno, come è logico aspettarsi, massimizzare la propria funzione di utilità che comprende, oltre alla stima e a tutte le variabili puramente gratificanti, anche la retribuzione; di fronte alla possibilità di veder diminuita tale componente, presumibilmente adotteranno decisioni e politiche volte ad avere un impatto positivo sugli indicatori di breve che sono la base per il compenso a loro spettante, sacrificando in tal senso le possibilità di crescita. Certamente non si può pretendere diversamente! Il tradizionale processo di rendiconto economico-finanziario è ancorato ad un modello di contabilità elaborato secoli fa per un ambiente di transazioni dirette, frontali, fra entità indipendenti. Eppure questo antiquato modello di reporting finanziario viene ancora usato dalle imprese dell’era moderna nel tentativo di costruire beni e capacità all’interno dell’organizzazione e di forgiare collegamenti e alleanze strategiche con una terza parte. Gli indici che generalmente vengono utilizzati dagli analisti finanziari possono suddividersi in differenti categorie a seconda dello scopo conoscitivo principale per il quale vengono calcolati. Si sono così ottenuti, seguendo un’impostazione consolidata, indici di redditività, di produttività, di liquidità e di struttura finanziaria. La tabella seguente può dare un’idea schematica di quali sono gli indici per ognuna delle categorie introdotte:

Anteprima della Tesi di Dino Sabellico

Anteprima della tesi: Dalla strategia ai comportamenti: la Balanced Scorecard come sistema di valutazione delle prestazioni, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Dino Sabellico Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10882 click dal 26/01/2005.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.