Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le istituzioni politiche ed amministrative nel Regno delle Due Sicilie dal 1815 al 1860

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Viceversa, la nazionalità si perdeva qualora vi fosse naturalizzazione acquisita in paese straniero, se vi fosse accettazione di incarichi pubblici conferiti da un Governo straniero, nel caso di assunzione di servizio militare o di aggregazione ad una corporazione militare di una potenza straniera, non autorizzate dal Governo nazionale 18 . Anche l'esercizio di qualunque attività, ad eccezione di quelle commerciali, aperta in un paese straniero con l’intenzione di non ritornare più, comportava la perdita della nazionalità. Ancora, per le donne era causa della perdita della nazionalità il matrimonio contratto con uno straniero. La nazionalità poteva essere riacquistata, invece, se il nazionale che l’aveva persa rientrava nel territorio del Regno con l’approvazione del Governo dichiarando di volervisi ristabilire con l’espressa rinuncia a qualsiasi distinzione contraria alla legge del Regno stesso e quando l’ex nazionale, arruolatosi nell’esercito o in corporazioni militari straniere, adempisse le condizioni prescritte allo straniero, fermo restando le pene stabilite dalle leggi criminali contro i nazionali che portassero o avessero portato le armi contro la loro patria. Anche la donna che aveva sposato uno straniero poteva riacquistare la nazionalità se, rimasta vedova, rientrava nel Regno con l’approvazione del Governo dichiarando di volervi fissare il proprio domicilio. 18 L’aggregazione ad una corporazione militare straniera era considerata nell’ipotesi di servizio in forze insurrezionali o in forze armate di Stati non riconosciuti dal Regno delle Due Sicilie.

Anteprima della Tesi di Paolo Spagnuolo

Anteprima della tesi: Le istituzioni politiche ed amministrative nel Regno delle Due Sicilie dal 1815 al 1860, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Spagnuolo Contatta »

Composta da 215 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9790 click dal 14/03/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.