Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il concetto di sostenibilità tra rio 1992 e johannesburg 2002

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 1.2 L’ambiguità del concetto di Sviluppo Il concetto di sviluppo è sicuramente uno dei più sfumati di tutto il campo delle scienze sociali tanto da essere ancora oggi al centro di accesi dibattiti. Questo termine è stato accomunato nel corso dei secoli ad una gran varietà termini, tra i quali, progresso, crescita ed evoluzione sono tra i più conosciti. In epoca medievale il termine sicuramente più usato era di crescita che veniva visto come un processo ciclico che accompagnava la vita di tutte le cose, dalle piante alle società politiche.Questo modo di concepire lo sviluppo era caratterizzato da un certo spirito fatalistico, pertanto tutto quello che nasceva e poi, inevitabilmente, destinato a svilupparsi, corrompersi, degenerarsi ed infine morire per poi nuovamente nascere e così cominciare un nuovo ciclo che si sarebbe ripetuto all’infinito. Questo modo di pensare nulla aveva, ovviamente, a che fare con l’attuale modo di concepire lo sviluppo ed, in effetti, la concezione occidentale di sviluppo comincerà a delinearsi soltanto verso il XVII secolo, anche occorrerà aspettare almeno un altro secolo perché avvenga il trasferimento del concetto di sviluppo dalla metafora biologica a quella delle scienze sociali. Con l’avvento della rivoluzione industriale con tutte le conseguenze socioeconomiche che ne derivarono mutò anche l’idea di sviluppo.In questa fase cominciò a percorrersi strada un diverso modo di intenderlo, non più come crescita me come progresso.Lì idea del progresso, a differenza di quanto era avvenuto in epoca medievale, implica ora, che la civiltà stia progredendo e progredisca nella direzione voluta.Si affacciava, in tal, modo, un nuovo modo di concepire lo sviluppo, tutto orientato alla crescita economica, proponendo una nuova ideologia, che sarà dominante per un lungo periodo di tempo: l’ideologia della modernizzazione.L’ideologia della modernizzazione presenta lo sviluppo come un processo che ricrea un mondo industrializzato, capitalistico ed etnocentrico. Sarà soprattutto quest’ultimo elemento a influenzare l’evoluzione economico-sociale di tutto il mondo industrializzato e non solo.

Anteprima della Tesi di Francesco Massidda

Anteprima della tesi: Il concetto di sostenibilità tra rio 1992 e johannesburg 2002, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Massidda Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2413 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.