Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rimario e lessico in rima delle poesie di Jorge Manrique

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4quello che accade ai suoi corrispettivi femminile e plurale, -ida (45), -idas (4) e –idos (12), nei quali notiamo la tendenza contraria alla precedente: qui infatti a prevalere sono i sostantivi, con in testa il lemma vida/s, di rilevante importanza semantica 3 , seguito da herida/s, vencida, medida, sentidos, gemidos, nidos. Per quanto riguarda i sostantivi notiamo una forte presenza nelle terminazioni maggiormente ricorrenti come –on (76), -ones (17); -or (52), - ora (8), -ores (35); -al (40); -ad (33); -ento (28), -entos (2); -ente (27); -ura (25); -encia (20); -ança (16); -oria (14); -arte (13), -artes (8); -eza (13), -ezas (2); -ojos (13); -enda (8), -endas (3), in cui praticamente la totalità, o almeno la maggior parte dei rimanti corrisponde a detta categoria grammaticale. Notiamo inoltre un fenomeno significativo andando ad osservare le tre terminazioni verbali dell’infinito: -ar (76), -er (54), -ir (49); possiamo facilmente osservare come Jorge Manrique ricorra moltissimo all’uso dell’infinito sostantivato, forma frequente nell’area romanica nei secoli XII e XIV, meno ricorrente nel XV ed in aumento nel Rinascimento. Il suo utilizzo permette una maggiore astrattezza del pensiero, evidenziando la pura attività e non il solo risultato dell’azione, ma per un altro verso riesce ad essere pienamente concreta, suggerendo la presenza di un soggetto realizzatore della forma espressa. Questa dinamica antitetica tra astrattezza e concretezza ci mostra un preciso 3 Il binomio vida/muerte è uno dei più frequenti e significativi di tutta la poesia cancioneril, se non il più ampiamente documentato, alla radice del quale sta l’antitesi amor/desamor. Il lemma vida/s compare ben 18 volte su 49 in sede di rima, muerte invece 7 su 19.

Anteprima della Tesi di Marco Federici

Anteprima della tesi: Rimario e lessico in rima delle poesie di Jorge Manrique, Pagina 10

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Marco Federici Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3358 click dal 07/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.