Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione e tutela delle acque

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 utilizzate liberamente nelle forme e secondo la disciplina del diritto comune (artt. 909 e ss. c.c.) e lasciate ai privati. Quindi il concetto di uso di pubblico generale interesse è un concetto in via di espansione e lo si applica qualora sopraggiunga un fatto che determini la soddisfazione della collettività 3 . L’art. 1 ha inoltre aggiunto un inciso di notevole importanza, ove dichiara pubbliche le acque sorgenti, fluenti e lacuali, anche se artificialmente estratte dal sottosuolo, sistemate o incrementate. Con tale aggiunta si sono individuate le acque da dichiarare pubbliche. E’ con il testo unico che è stato previsto per la prima volta di comprendere tra le acque pubbliche anche le acque sotterranee al fine di soddisfare un uso di pubblico generale interesse, la quale pubblicità veniva affidata al Ministro dei lavori pubblici. Dunque il T.U. si proponeva di essere una sorta di statuto per la gestione delle acque, il testo fondamentale del diritto idraulico 4 . 3 Jannotta Raffaele, “Acque pubbliche”, Il digesto, 1987. 4 Nicola Greco, “Le acque”, Il Mulino, 1983.

Anteprima della Tesi di Luca Tundo

Anteprima della tesi: Gestione e tutela delle acque, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Tundo Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7704 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.