Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La logistica come fattore competitivo di sistema

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 • Obiettivo di efficienza: minor costo globale di gestione dei flussi fisici e informativi lungo tutto il processo; • Obiettivo di efficacia: garantire ai clienti finali il livello di servizio predefinito, determinato in base a parametri di puntualità, velocità, affidabilità, sicurezza, ecc. Un’unica area aziendale che controlla e gestisce in modo integrato tutte le attività logistiche, ottimizza l’insieme della catena produttiva dell’impresa (internal supply chain) e non i singoli elementi di questa, riuscendo meglio di chiunque altro a garantire otto “condizioni giuste”: il prodotto giusto, di qualità giusta, nella quantità giusta, nel luogo giusto, al momento giusto, con il metodo giusto[Iannone F., 2003a]. Razionalizzando i flussi logistici si riducono diverse voci di costo relative innanzitutto alle scorte, ai magazzini, ai trasporti (costi operativi). Un’impresa con costi logistici bassi ha una buona parte di tutti i suoi costi bassi e quindi, tendenzialmente, ha buoni margini di profitto sui prodotti che vende. Un flusso logistico organizzato e veloce consente di ridurre il tempo di consegna dei prodotti ai clienti e di offrire ad essi un miglior servizio: un’azienda che fornisce un buon servizio è competitiva e destinata ad aumentare sia il fatturato che la redditività. La logistica è pertanto una funzione super partes, trasversale rispetto alle altre funzioni d’impresa e che persegue un obiettivo generale di ottimizzazione e razionalizzazione per tutta l’azienda. Una funzione che fa dell’integrazione il suo cavallo di battaglia e che può diventare l’elemento chiave della strategia competitiva. Soprattutto nel caso in cui l’impresa terziarizza alcune fasi di lavorazione, è importante conoscere tutte le fasi del ciclo operativo per poter programmare correttamente e soddisfare le esigenze dei clienti. Bisogna però saper calcolare con precisione i tempi effettivi di produzione e le date di assegnazione dei lotti di produzione (anche dei terzisti) che consentano consegne puntuali ai destinatari a valle dell’impresa.

Anteprima della Tesi di Diego Volpato

Anteprima della tesi: La logistica come fattore competitivo di sistema, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Diego Volpato Contatta »

Composta da 294 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11235 click dal 04/02/2005.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.