Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 La teoria delle informazioni non lineari Per pensare e comunicare, gli uomini utilizzano da sempre un sistema di informazioni lineare; la possibilità di disporre di sistemi non lineari offre notevoli vantaggi nella vita di tutti i giorni. Nonostante siano poco visibili, i sistemi non lineari sono sempre stati disponibili: si pensi, ad esempio, a libri e riviste, i cui indici consentono di saltare pagine o interi capitoli, per reperire immediatamente ciò di cui si è interessati. In passato i computer utilizzavano i nastri magnetici per la memorizzazione dei dati: era quindi necessario svolgere tutto il nastro se l’informazione cercata si trovava alla fine; proprio l’esigenza da parte degli utenti di reperire più rapidamente le informazioni ha determinato la nascita delle unità a disco, che consentono un immediato accesso ai dati. Sebbene i sistemi di informazioni lineari abbiano funzionato in maniera soddisfacente nel corso della storia, oggi esistono particolari settori in cui si rivelano assolutamente inadeguati: è il caso, ad esempio, di determinati flussi di informazioni, dove la rapidità nel reperimento dei dati è di vitale importanza. I sistemi non lineari sono così rivolti essenzialmente alla risoluzione dei problemi relativi a questi flussi informativi; nell’ambito della ricerca forniscono vantaggi enormi rispetto ai tradizionali sistemi lineari: si pensi, ad esempio, a come un archivio cartaceo possa essere sostituito da un CD-ROM nel server, che consente di effettuare una ricerca tramite parole chiave. In tale modo il ricercatore è in grado di accedere a specifiche informazioni, che sono localizzate, recuperate e visualizzate direttamente, senza la necessità di vagliare le informazioni che, in un archivio cartaceo, sarebbero “arrivate prima”. Utilizzare un simile sistema di informazioni non lineari significa risparmiare tempo per reperire l’informazione, localizzare il materiale richiesto e riportare quest’ultimo nel lavoro finale.

Anteprima della Tesi di Stefano Scotti

Anteprima della tesi: Progetto e realizzazione di un corso interdisciplinare di fisiologia e bioingegneria cardiovascolare realizzato con tecnologie multimediali, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Scotti Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3094 click dal 03/02/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.