Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I:La pianificazione strategica 14 Il mansionario può essere contraddistinto da gradi differenti di dettaglio: i più semplici offrono descrizioni sintetiche dei compiti per le principali posizioni della struttura, segnalandone gli obiettivi più importanti ed i collegamenti essenziali con altri organi/posizioni; i più analitici focalizzano l’attenzione sulle caratteristiche puntuali di ciascun compito, dando indicazione sulle modalità di svolgimento, sui parametri di responsabilità, sul contenuto di autonomia decisionale, sui criteri di valutazione. L’utilizzo del mansionario a fini di descrizione delle attività svolte in azienda trova un grosso limite nella dinamica dei ruoli e nella necessità di ridefinire periodicamente tanto il contenuto dei compiti, quanto le modalità di collegamento e coordinamento tra le varie posizioni. Per questi motivi il contenuto del mansionario è spesso soggetto a rapida obsolescenza; da parte delle aziende si preferisce perciò definire politiche funzionali o di area, che indichino le linee guida da seguire, gli obiettivi di medio-lungo periodo, le responsabilità “globali”, le modalità di coordinamento ed integrazione con altre funzioni/aree. Condizioni di efficace impiego del mansionario sono perciò rappresentate da una tendenziale staticità del contenuto delle mansioni e delle relazioni tra organi interni all’azienda. A parità di condizioni relative alla natura dell’attività svolta, una descrizione dettagliata delle mansioni e difficilmente applicabile alle posizioni gerarchicamente più elevate, per la preponderanza di attività non di routine e per la scarsa “codificabilità” dell’attività dirigenziale. Simile al mansionario per contenuto, ma sotto una forma grafica e di più facile interpretazione è la "matrice di responsabilità”, che non è altro che una tabella in forma matriciale sulla quale sono indicate, per ogni singola posizione della struttura organizzativa, i compiti e le responsabilità.

Anteprima della Tesi di Erika Massaro

Anteprima della tesi: La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l., Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Erika Massaro Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7486 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.