Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I:La pianificazione strategica 4 sistema organizzativo, la struttura si può definire come sistema di ruoli tra loro interagenti. 1 Il concetto di ruolo esplica in modo migliore la descrizione delle situazioni lavorative che possono essere interpretate non solo in termini puramente meccanicistici ma anche in chiave psicosociologica. Il ruolo esprime un modello di comportamento stabilito sia dai compiti dati all’individuo che occupa una certa posizione organizzativa, sia da quel insieme di forze ed aspettative formulate verso di lui da individui e gruppi operanti nell’organizzazione, da forze ambientali esterne e da questi, a sua volta, espresse verso chi occupa altre posizioni. Esiste un certo alone di indeterminazione nella definizione delle caratteristiche del ruolo a causa dei processi di cambiamento ambientale e tecnologico; ruolo che si presenta come un entità dai confini mutevoli e non bene definiti. In conseguenza a quanto detto, il contenuto del ruolo si estrinseca dal concreto intreccio di relazioni, formali e informali, con gli altri e con il contesto in cui l’organizzazione è inserita; né la dinamica di un certo ruolo può prescindere dalla considerazione delle caratteristiche personali, oltre che professionali, dell’individuo; ciò fa sì che, a parità di posizione organizzativa, un medesimo ruolo possa essere diversamente interpretato in funzione di chi lo copre. La classica distinzione tra ruoli imprenditoriali, manageriali e operativi, pur conservando la sua efficacia, nel tempo ha visto attenuarsi le linee di delimitazione tra le varie categorie. Effettivamente, sempre più frequentemente è possibile incontrare ruoli ibridi, imprenditoriali/manageriali o manageriali/operativi: il sorgere del primo è legato alla necessità di integrare capacità manageriali e imprenditoriali in molte circostanze della vita dell’impresa, così come alla crescente attribuzione al management di funzioni in precedenza prerogativa dell’imprenditore-proprietario; la diffusione dei secondi è favorita tanto da una professionalità media elevata anche tra i livelli esecutivi, quanto dalla distribuzione del potere decisionale a vari livelli nell’organizzazione. Per mansione si intende l’insieme dei compiti affidati a chi ricopre una certa posizione operativa. Il compito può essere a sua volta identificato in una serie di 1 Si vedano G. Padroni, Struttura organizzativa e condizioni di economicità, Giuffrè, Milano, 1979; A. Rugiadini, Organizzazione d’impresa, Giuffrè, Milano, 1979; V. Coda, Progettazione delle strutture organizzative, Franco Angeli, Milano, 1973; V. Perrone, Le strutture organizzative d’impresa, Egea, Milano, 1990.

Anteprima della Tesi di Erika Massaro

Anteprima della tesi: La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Erika Massaro Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7486 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.