Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I:La pianificazione strategica 5 operazioni, collegate in funzione della natura dell’attività e della tecnologia utilizzata. Quando la mansione consta di un solo compito, si ha l’uguaglianza tra i due concetti. I compiti sono caratterizzati da un certo grado di difficoltà di esecuzione, di discrezionalità tecnica e di autonomia decisionale. In relazione a ciascun compito sono inoltre osservabili una durata di svolgimento e di apprendimento, data dal tempo che occorre ad un operatore in possesso delle necessarie competenze per imparare a svolgere efficientemente il compito stesso. I suddetti caratteri, che devono essere meticolosamente presi in considerazione al momento della progettazione organizzativa, definiscono in modo “oggettivo” un determinato compito; è altrettanto importante il significato psicologico del compito stesso, ovvero sia il modo in cui viene percepito da chi lo svolge in termini di professionalità richiesta e di “valore sociale” 2 . Le mansioni sono caratterizzate da un certo grado di varietà, cioè dalla molteplicità dei compiti svolti; dal grado di discrezionalità, cioè dal contenuto di autonomia decisionale; dall’intensità delle interazioni sociali che esse comportano; e per ultimo, dalla loro contribuzione, vale e dire dalla significatività e rilevanza del contributo che chi svolge una certa mansione è in grado di offrire al conseguimento degli obiettivi aziendali. La canonica distinzione tra mansioni dirigenziali, impiegatizie e operaie, pur mantenendo validità a fini statistici e di inquadramento contrattuale, ha visto diminuire la sua importanza per una serie di cause di natura differente: non di rado, infatti, capita di vedere impiegati che svolgono mansioni che un tempo erano riservate ai dirigenti. Per quanto riguarda il contenuto decisionale, si può affermare che anche la distinzione tra compiti direttivi, inerenti ad attività di programmazione e controllo, e compiti esecutivi sia in via di definitivo superamento; sempre più frequentemente a ciascuna posizione della struttura è associata la possibilità di tradurre le informazioni raccolte in decisioni, affrontare e risolvere problemi, controllare il lavoro svolto. Gli organi della struttura possono avere relazioni verticali, orizzontali o funzionali. Nel primo caso si dice che tra due organi esistono rapporti gerarchici diretti; relazioni del secondo e terzo tipo si hanno tra unità organizzative e pari livello, tra unità appartenenti a livelli diversi ma non legate da alcun rapporto di subordinazione, da ultimo tra organi operativi di direzione ed esecuzione inseriti nella scala gerarchica (c.d. 2 J.R. Hackman, Towards Understanding the Role of Tasks in Behavioral Research, Acta Psychologica, 1969; A. Rugiadini, Organizzazione d’impresa, Giuffrè, Milano, 1979

Anteprima della Tesi di Erika Massaro

Anteprima della tesi: La produzione su commessa: il caso Piersantelli s.r.l., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Erika Massaro Contatta »

Composta da 358 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7486 click dal 08/02/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.