Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo del design di moda per una strategia di sviluppo e di diffusione dell'innovazione tessile. Applicazione dei tessuti a rilascio di sostanza JL Well Being/Bayer Chemicals Italia per la linea Imec Sentirsi Bene.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 13 TUTELA DEL MADE IN ITALY La risposta a queste tendenze di mercato è stata da una parte l’ottimizzazione dei costi di produzione (spesso grazie alla delocalizzazione delle fasi produttive, pur conservando in Italia l’attività creativa); dall’altra l’innalzamento della qualità e del contenuto innovativo. La strategia della delocalizzazione è considerata uno dei maggiori rischi per i distretti Italiani e un modello contrapposto alla tipica struttura del Made in Italy, composta da piccole imprese e artigiani con una grande capacità di idee e un forte spirito di innovazione. “In realtà il momento è duro perché‚ ‘il Made in Italy non si sa più cos’è, dov’è prodotto, quanto costa, chi ci guadagna, chi ci perde. Perché in Italia non si può più produrre, perché non conviene? di chi è la colpa? Di questo penalizzante, insostenibile costo del lavoro e della vita, della manodopera che non si trova” 1 . A livello dell’Unione Europea si sta lavorando per rispondere alla necessità di istituire una marchiatura d’origine obbligatoria per tutti i prodotti, comunitari (con la dicitura ‘Made in Member Country – EU’) ed extracomunitari; negli accessori e nell’abbigliamento comincia a comparire il concetto della rintracciabilità del prodotto come è successo per l’alimentazione. I produttori italiani hanno percepito come una necessità la salvaguardia del tessuto industriale e sociale italiano; hanno promosso molte iniziative a vari livelli riconducibili ad alcune leve fortemente connesse tra loro: innovazione, tecnologia, creatività e marketing. INNOVAZIONE Ogni innovazione affonda le radici in un passato costituito da ricerche, studi e sperimentazioni. “I manager più accorti hanno scoperto l’importanza dell’innovazione ai fini del successo: si stima che circa il 90% del volume delle vendite delle aziende di successo sia costituito da prodotti che soltanto dieci anni fa erano ignoti al mercato. Ma ancora più impressionante è il fatto che nei paesi industrializzati il 45% del prodotto interno lordo è ormai frutto della ricerca creativa” 2 . La richiesta d’innovazione che oggi i consumatori rivolgono alle aziende è diversa da quella del passato: si desidera che il nuovo si misuri più in termini di maggior soddisfacimento dei bisogni e di soluzione dei problemi, piuttosto che di variazioni sul tema; la risposta dei marchi di moda sta soprattutto nell’applicazione di materie prime sempre più nuove e nobilitate da finissaggi innovativi. Siamo in un periodo in cui se la moda in genere stenta ad essere innovativa, il tessile tecnico è invece in netta ascesa, oltre a essere proiettato alla scoperta di nuovi prodotti e mercati, come per il caso dei tessuti a rilascio di sostanza oggetto di questa tesi. L’innovazione non è basata solo sulla tecnologia: questa può però giocare un ruolo molto importante nella creazione di valore aggiunto per il cliente, non solo per quanto attiene al prodotto ma anche per l’organizzazione che gravita attorno ad esso. 1 Bertasso, Gianni, “Made out italy”, Mood, N° 55, 8/9/2003. 2 Raudsep, p.34.

Anteprima della Tesi di Marilena Verderio

Anteprima della tesi: Il ruolo del design di moda per una strategia di sviluppo e di diffusione dell'innovazione tessile. Applicazione dei tessuti a rilascio di sostanza JL Well Being/Bayer Chemicals Italia per la linea Imec Sentirsi Bene., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Design e Arti

Autore: Marilena Verderio Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10943 click dal 17/02/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.