Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Tesi di laurea di Marco Mori 7 Il grado di autosufficienza dell’Europa è diminuito leggermente dal 58,5% nel 1985 al 53,5% nel 2000. I Paesi del Nord Europa presentano i valori più alti di autosufficienza e di esportazioni, mentre l’Italia è tra le posizioni di coda con il 18,4%. Lo scenario energetico europeo deve essere analizzato tenendo conto dell’aspetto economico dell’energia, ma anche del ‘fattore umano’, cioè delle priorità sociali quali l’occupazione, l’educazione, l’emigrazione e il terrorismo: queste problematiche sono particolarmente emergenti nell’Europa dell’Est e nel bacino del Mediterraneo. L’equilibrio dell’Europa dipende dalla capacità di apertura verso i Paesi dell’Est e di risposta alle esigenze di sviluppo dei Paesi a Sud del Mediterraneo. In quest’ultime aree, il fabbisogno energetico è in notevole aumento a causa di un accelerato sviluppo industriale e di un’esplosione demografica; la soddisfazione di questa domanda richiederebbe investimenti energetici elevati per il periodo 2002-2010. Per ridurre sensibilmente la spesa energetica stimata per questi Paesi è fondamentale una politica di implementazione di misure di risparmio energetico e di uso di tecnologie più razionali, combinate con uno sviluppo delle energie rinnovabili (soprattutto biomassa, ma anche biotermica, eolica e solare). Questi interventi realizzati attraverso delle iniziative di cooperazione permetterebbero un utilizzo ordinato del potenziale delle fonti rinnovabili con effetti positivi per l’ambiente e la creazione di nuove opportunità di lavoro. 1.2.2 IL BILANCIO ENERGETICO ITALIANO Il bilancio sintetico dell’energia in MTep in Italia nel 2000 è rappresentato in tabella 1.1 [2]. La produzione nazionale è assai limitata, in un panorama di bassa autosufficienza interessanti sono i contributi del gas naturale e dell’energia elettrica. La dipendenza energetica italiana, in termini di saldo netto tra le importazioni e le esportazioni di energia, risulta pari a circa 140 MTep, corrispondenti all’80% del fabbisogno interno lordo. In particolare, l’Italia importa oltre il 90% dei combustibili solidi, il 94% di petrolio e il 68% di gas naturale, oltre a circa 34,3 TWh di energia elettrica (equivalenti a 8,5 MTep) corrispondenti a quasi il 5% della richiesta lorda di energia e al 13% sulla rete elettrica. La struttura delle provenienze è fortemente sbilanciata verso il Medio Oriente per il 40% e il Nord Africa per il 44%.

Anteprima della Tesi di Marco Mori

Anteprima della tesi: Produzione di energia elettrica distribuita da impianti di gassificazione, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Mori Contatta »

Composta da 332 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15205 click dal 11/02/2005.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.