Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Irpinia storia e memoria del terremoto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Come vedremo, verso la fine degli anni Ottanta il sistema della spesa pubblica andò in crisi, e il flusso verso le zone terremotate s’interruppe, anche a causa di polemiche giornalistiche (L’Irpiniagate) e della pressione di nuovi movimenti politici ( la Lega Lombarda e le altre leghe). Anche la ricostruzione post- terremoto conobbe i cambiamenti repentini che all’inizio degli anni Novanta avvennero in Italia, e il mutamento coinvolgeva direttamente i metodi e le forme di intervento per la stessa ricostruzione e pose la necessità di rielaborare le modalità di intervento cambiando le responsabilità di Regioni, Province e Comuni, visto che anche l’avvicinarsi dell’ingresso nell’Unione Europea esigeva dei cambiamenti di paradigma. Infatti, il vincolo posto dall’Europa, all’interno delle politiche di coesione ( cioè il sostegno ad aree depresse del contesto europeo), era quello di creare dinamiche economiche non assistite ma volte a sviluppare progettualità nel rispetto di regole rigorose. Alcuni governi, nel corso degli anni ’90, introdussero i contratti d’area e i patti territoriali in armonia con questo tipo di politiche comunitarie. Il dibattito sul Mezzogiorno si è fatto, inoltre, ancora più ricco di spunti con l’avvento della globalizzazione e con la creazione di nuove regole sul mercato mondiale. Tra gli altri elementi peculiari individuati c’è la forte importanza, per le zone terremotate, del ricorso alla Pubblica Amministrazione e all’impiego statale per sopperire alla mancanza d’occupazione. Questa caratteristica, preesistente al terremoto, ha mantenuto le sue forme e il suo stretto collegamento con la pratica clientelare, di cui è figlia questa anomalia. Anche le ingerenze dirette tra sfera pubblica e interessi privati è stata analizzata in tutte le sue manifestazioni, cercando di capire i percorsi specifici di influenza di singoli personaggi che, in ambiti decisionali pubblici, perpetravano interessi privati. Anche i meccanismi politici si sono modificati a causa del terremoto e molti protagonisti della vita politica irpina assunsero ruoli di importanza nazionale in questi

Anteprima della Tesi di Stefano Ventura

Anteprima della tesi: Irpinia storia e memoria del terremoto, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefano Ventura Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6382 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.