Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un protocollo ARQ adattativo per reti WirelessMAN mobili – IEEE 802.16e

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1- TCP su Reti Wireless Supportanti la Mobilità GOOD BAD p q 1-p 1-q Fig. 1.1 Modello di canale Gilbert-Elliot Per caratterizzare il modello di Gilbert è necessario definire le probabilità di transizione tra i due stati, ovvero stabilire con quale probabilità il canale esegue una transizione dallo stato di GOOD allo stato di BAD e viceversa. Sulla base del modello di canale considerato, possiamo focalizzare l’attenzione su quattro parametri fondamentali: • p: probabilità di transizione dallo stato di GOOD allo stato di BAD; • q: probabilità di transizione dallo stato di BAD allo stato di GOOD; • FER (FEC Error Rate): probabilità d’errore sul blocco FEC 1 ; • MEBL (Mean Error Burst Length): lunghezza media dei burst di blocchi FEC corrotti. Dalla teoria probabilistica delle catene di Markov si ha: q qp p 1 MEBL FER = + = 1 In questa analisi è analizzata la probabilità d’errore non sull’intera MAC PDU, ma su un singolo blocco FEC di livello fisico costruito a partire dalla MAC PDU. Per i dettagli si veda l’appendice A. 13

Anteprima della Tesi di Domenico Mazzotta

Anteprima della tesi: Un protocollo ARQ adattativo per reti WirelessMAN mobili – IEEE 802.16e, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Domenico Mazzotta Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3125 click dal 15/02/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.