Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione alternativa dei rischi assicurativi: i catastrophe bonds

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Il principale vantaggio dell'autoassicurazione è il maggiore controllo dei costi di copertura. L'autoassicurato evita infatti di pagare la componente di costo dei premi per la parte di rischi trattenuta. Con l'autoassicurazione, per definizione, non si ha alcun trasferimento del rischio. A seconda dei prezzi e della disponibilità le società stanno sostituendo l'assicurazione delle malattie professionali tradizionale con l'autoassicurazione, rallentando così la crescita del mercato tradizionale. SOCIETA’ CAPTIVE Per una visione completa del fenomeno, lo sviluppo dei mercati captive è di particolare interesse. Con tale espressione si designa notoriamente una compagnia di assicurazione o di riassicurazione controllata da una società o da un gruppo di società che possono operare in un campo diverso da quello assicurativo. Una captive si occupa principalmente di assicurare i rischi della sua controllante/delle sue controllanti. Una definizione più appropriata è quella secondo cui una captive è un assicuratore che sottoscrive rischi che hanno origine o accesso limitato. Le captive rispondono principalmente a un’esigenza: sono un metodo sistematico di autoassicurazione per i sinistri ricorrenti (frequency risk) che possono essere assunti autonomamente in modo efficiente. Le captive possono essere costituite come compagnie che fanno sottoscrizione diretta emettendo polizze ai clienti assicurati e incassandone i relativi premi; ma il settore assicurativo è generalmente sottoposto ad una rigida normativa e, in molte giurisdizioni, certi rischi possono essere sottoscritti solo da un assicuratore autorizzato. Per le captive di dimensioni più piccole è spesso più semplice operare come “captive di riassicurazione”. Le captive concepite come compagnie di riassicurazione sono molto più diffuse rispetto alle “captive di assicurazione diretta”. Nell’attività delle captive di riassicurazione i rischi della casa madre sono inizialmente sottoscritti da una compagnia di assicurazione diretta locale (fronting company), autorizzata nell’esercizio nello Stato in cui è situato il rischio assicurato, che emette la polizza.

Anteprima della Tesi di Antonio Zurlo

Anteprima della tesi: La gestione alternativa dei rischi assicurativi: i catastrophe bonds, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Antonio Zurlo Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8008 click dal 25/02/2005.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.