Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ecolinguistica dell'Italiano negli Stati Uniti. Dinamiche del processo di perdita linguistica tra gli emigrati italiani nel territorio statunitense

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 la natura della sua tradizione scritta?; 7) fino a che punto la sua forma scritta è standardizzata, unificata e codificata?; 8) quale tipo di supporto istituzionale ha ottenuto, tramite le istituzioni di governo, il sistema scolastico o le organizzazioni private, sia per la sua diffusione che per la regolazione della sua forma?; 9) quali sono gli atteggiamenti verso la lingua da parte dei suoi parlanti, in termini di competenza e status, che conducono all’identificazione personale?; 10) in conclusione, lo status della lingua deve essere tipizzato secondo una classificazione ecologica che ci indichi dove essa si posizioni e come si stia evolvendo rispetto alle altre lingue del mondo” (Haugen, 336-37: 1972). Haugen ritiene che l’espressione “ecologia della lingua” copra un’ampia area di interessi tale per cui i linguisti siano sollecitati a cooperare con tutti i tipi di scienziati sociali al fine della comprensione del processo di interazione tra lingue e parlanti. A partire da Haugen molti altri autori hanno applicato e sviluppato l’approccio ecologico allo studio delle lingue. Alcuni studiosi fanno esplicitamente riferimento all’ecologia della lingua, come Peter Mühlhäuser (1996), che usa essenzialmente l’ecologia nel senso dell’ambiente sociale in cui una lingua è parlata, e Werner Enninger e Karl-Heintz Wandt (1984), che promuovono l’allargamento dell’oggetto di studio dell’ecologia della lingua oltre i sistemi comunicativi verbali per includere lo studio dei sistemi di comunicazione non-verbali. Altri autori possono essere posti in relazione con l’ecologia della lingua solo implicitamente, come J.Fishman (1966) nella sua indagine sulle lealtà linguistiche negli Stati Uniti e S.Gal (1979) nel suo studio sul language shift. Entrambi analizzano contesti bilingui e trilingui focalizzando l'interesse sui determinanti sociali dello shift. Allo stesso modo, L.A. Timm (1973) e W. Dressler/R. Wodak Leodolter (1977) prendono in considerazione i fattori sociali nella loro analisi su alcuni fenomeni di perdita linguistica in Brittany, così come K. McKinnon (1972), A.

Anteprima della Tesi di Francesca Bellù

Anteprima della tesi: Ecolinguistica dell'Italiano negli Stati Uniti. Dinamiche del processo di perdita linguistica tra gli emigrati italiani nel territorio statunitense, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Bellù Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5002 click dal 14/03/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.