Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ecolinguistica dell'Italiano negli Stati Uniti. Dinamiche del processo di perdita linguistica tra gli emigrati italiani nel territorio statunitense

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.3 Fattori cruciali dell’ecologia di una lingua L’ancoraggio di una lingua alla sua ecologia complessiva è essenziale nella comprensione e interpretazione di fenomeni come il language shift, l’obsolescenza o la perdita linguistica. Gli autori che illustrano nel modo più persuasivo quali fattori sono cruciali in tali processi linguistici sono William F. Mackey (1980) e Salikoko S. Mufwene (2001, 2002), due tra i più recenti sostenitori del paradigma ecologico nello studio delle lingue. Entrambi similmente sostengono che ogni processo di language shift che produca una perdita linguistica viene invariabilmente influenzato da ciò che i parlanti valorizzano maggiormente in un determinato momento e in un determinato contesto ecologico. In altre parole, il passaggio ad un’altra lingua è tipicamente connesso ai particolari benefici derivanti dal suo uso in un dato ambiente. Mackey (1980) identifica alcune forze cruciali che determinano lo shift da una lingua ad un’altra o che, al contrario, ne favoriscono il mantenimento. Tra di esse, l’ideologia, la religione e l’economia vengono considerate come forze ugualmente potenti. Mackey illustra come, per tre secoli, la religione abbia consentito il mantenimento del francese in ampie zone rurali del Quebec 3 e come l’ideologia similmente spieghi l’attuale bilinguismo del Canada. Le motivazioni economiche, asserisce Mackey, sono solitamente responsabili dello shift verso le lingue dominanti nelle società tribali. Mufwene (2002) sostiene invece che, nell’ecologia dei fenomeni di language shift che producano una perdita linguistica, il ruolo fondamentale viene sempre svolto dall’economia. Osservando lo spettro globale delle lingue, Mufwene afferma che un declino irreversibile minaccia le lingue che non si adattano a nuove o mutate ecologie socio- economiche (ovvero lingue che non vengono più utilizzate per funzioni comunicative tradizionalmente assolte da esse stesse, e che non sono in 3 La sopravvivenza del francese era strettamente legata al mantenimento della fede. “La langue, guardienne de la foi” era il motto della popolazione francese del Quebec (Mackey, 1980: 41).

Anteprima della Tesi di Francesca Bellù

Anteprima della tesi: Ecolinguistica dell'Italiano negli Stati Uniti. Dinamiche del processo di perdita linguistica tra gli emigrati italiani nel territorio statunitense, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Bellù Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5002 click dal 14/03/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.