Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crittografia come scienza in fieri: approcci alla sicurezza internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 L’assetto evolutivo sembrerebbe seguire due direzioni opposte. Da una parte questo è vero, come riscontrato dagli esempi. Ma il discorso non può esaurirsi a questo punto. Anzi è ben più complesso. In realtà, l’operato di molti esperti nei più svariati settori è spesso integrato in un unico sforzo contestuale all’interno della stessa operazione. Sempre più in rilievo viene la legislazione in merito. Un esempio è fornito dagli sforzi compiuti nell’ambito del disarmo nucleare (7). Questo è in linea con due concetti ricorrenti in molte trattazioni: quello di “villaggio globale”, più a largo spettro, e quello di “comunità d’intelligence”(8). Per quello che riguarda il fulcro di questa trattazione, la crittografia, i due concetti portano a conclusioni importanti. Si possono sintetizzare con una considerazione, che apre la strada alla definizione di crittografia ed alla sua evoluzione storica. L’odierno sistema delle Relazioni Internazionali è stato definito multipolare da vari autori (9). La fine della Guerra Fredda ha determinato una rivoluzione nell’ambito della comunicazione e dei mezzi, che ha profondamente segnato la storia della codifica. Non tanto nei metodi in sé e per sé, quanto nel raggio di diffusione e smistamento delle comunicazioni, nell’ uso di nuovi devices tecnici, nella direzione di comunicazioni ed indicazioni, ordini. Per chiudere, si ritorna, così all’11 settembre 2001 ed ai fenomeni legati al terrorismo transnazionale e, di nuovo, alla disquisizione su “clash of civilizations”, oggetto di caldi dibattiti (10). Ecco perché, in questa trattazione, hanno avuto larga parte sia le definizioni tecniche che l’evoluzione storico-culturale. Ecco perché sono venuti già più volte in rilievo i vocaboli “integrazione” e “confronto”. Un motivo in più per parlare di linguaggio, idiomi e persino di grammatica. In fondo, la crittografia, sia intesa come algoritmo che intesa come tecnica di protezione e trasformazione di un messaggio, altri non è che un insieme di regole di traduzione. Anche la crittografia ha la sua grammatica, come pure la steganografia. Algoritmo o metafora non importa. Ciò che conta è la chiave comune ai soggetti che comunicano. Accanto a questa caratteristica sono, poi, fondamentali altri tre elementi, in relazione al tema della sicurezza: 1) la non distorsione dell’informazione originale ( ma questo è pressoché universale);

Anteprima della Tesi di Serena Lisi

Anteprima della tesi: Crittografia come scienza in fieri: approcci alla sicurezza internazionale, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Serena Lisi Contatta »

Composta da 347 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1262 click dal 29/04/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.