Skip to content

Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
ricco, onesto e saggio” 23 e intraprese la stesura del suo capolavoro principalmente come segno della sua riconoscenza. Tale stesura si protrasse per un periodo indeterminato, ma fu certamente ultimata prima del rimpatrio a seguito della battaglia di Benevento, che decretò, il 26 Febbraio 1266, la definitiva sconfitta e la morte di Manfredi, e invertì le sorti delle due parti avverse. I ghibellini fiorentini, allontanatisi dalla città il giorno di S. Martino del 1266 nel timore di prevedibili ritorsioni, vi rientrarono nel Gennaio 1267 non appena fu sancita una tregua tra le due fazioni, ma tornarono immediatamente sui loro passi poiché i Guelfi si erano frattanto appellati a re Carlo d’Angiò e il 17 Aprile 1267 era giunto a Firenze Guglielmo di Monfort. Essendo il momento più propizio, è improbabile che Brunetto Latini avesse indugiato oltre questa data il suo rientro, avvenuto quindi tra il 1266 e il 1267. Dal soggiorno francese lo scrittore fiorentino recava con sé un esemplare del Tresor tramandato attualmente da una quarantina di manoscritti, che riproducono la prima redazione e concludono la sezione storica con la battaglia di Montaperti e il conseguente esilio dei guelfi fiorentini e del loro illustre antesignano. Un numero meno cospicuo di codici rappresentante la seconda redazione lancia uno sguardo anche agli avvenimenti occorsi in Italia dal tempo di Berengario alla vittoria riportata da Carlo d’Angiò su Corradino nella battaglia di Tagliacozzo, ampliando così la sezione storica e aggiornandola fino a includere le vicende dell’Agosto 1268. Che si tratti di un rimaneggiamento dell’opera dovuta allo stesso Brunetto o di una delle frequenti dilatazioni testuali del Tresor, è certo che tali capitoli aggiuntivi sono opera di un guelfo che non nasconde la sua partigianeria. Gli studiosi hanno per lo più accolto la prima ipotesi 24 , adducendo l’estrema coerenza e la complessità con cui si 23 Th. Sundby, Della vita cit., p. 10. Tale personaggio è nominato con la medesima indeterminatezza nel Tresor (cito dal manoscritto It. 440, 13v 10-11): “quillo mastro Brunectu fech(e) questo libro p(er) amor(e) / de uno suo amico”. 24 Il Sundby (Della vita cit., p. 75) ad esempio ritiene verosimile che Brunetto, “reduce in Firenze, assoggettasse l’opera sua ad una revisione e le aggiungesse i capitoli in discorso”, e concorda con il metodo critico adottato dallo Chabaille per l’edizione dei suddetti capitoli, inseriti nel testo e non in appendice come certamente avrebbe fatto se li avesse ritenuti spuri. Anche il Carmody propende decisamente per questa ipotesi, ma la sua affermazione che l’esemplare rimaneggiato, “qu’on peut appeler l’original”, fosse esente da errori, lacune o interpolazioni, è priva di ogni fondamento (F. J. Carmody, Li Livres, cit., p. XXXVI), mentre “è ovvio [...] che gli errori di resa delle fonti che siano
Anteprima della tesi: Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Brunetto Latini - ''Tresor'' - Volgarizzamento di Bono Giamboni - Adattamento salentino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Annalisa Lucchi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Rosa Anna Greco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 936

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brunetto
filologia
francese
latini
manoscritto
tresor

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi