Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La poetica del confine.Tre poesie tradotte di Robert Frost

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 di Giovanni Giudici la cui prima stesura risale al 1965 14 , noi seguiremo l’ultima edizione 15 corredata da un’introduzione di M. Bacigalupo; il resto si trova in antologie. Questa pagine hanno avuto il loro fulcro iniziale nello splendido saggio di un altro grande poeta: I. Brodskij; in “Dolore e ragione” 16 “Come in” e “Home Burial” sono passate al microscopio, verso per verso, quasi parola per parola; la sua analisi è attenta al singolo dettaglio che può gettare luce nuova su tutto il testo, al richiamo culturale che apre la via a nuovi confronti, ma non tradisce la sua voce di poeta con uno stile appassionato e mai freddo, preciso come il taglio di un diamante e, come il diamante, dalle mille sfaccettature; il suo commento geniale ed entusiasmante è stata la guida migliore per inoltrarsi nella poesia, facile e difficile, di Frost, e nella poesia americana in generale, oltre a molte altre voci, certo, nella maggior parte americane: “Home Burial” è stata passata al vaglio da un altro poeta e saggista, il primo a svelare i due volti di Frost: Randall Jarrell 17 , “Mending Wall” è stata commentata da moltissimi critici che ne hanno messo in risalto i diversi aspetti; non si possono infine dimenticare i consigli di alcuni esperti 18 . Sono anche state utili alcuni interventi italiani, ma pochi studi hanno un taglio davvero originale: si possono citare Andrea Mariani 19 , che ha compiuto uno studio sulla funzione del colore in alcuni poeti americani e ha dedicato un intero capitolo a Frost, Aldo Celli 20 che ne ha studiato la simbologia, Paola Loreto 21 che ha centrato il suo saggio sulla teoria del tono, un lavoro davvero unico e molto accurato. 14 Conoscenza della notte e altre poesie, a cura di G. Giudici, Torino, Einaudi, 1965. 15 Conoscenza della notte e altre poesie, a cura di G. Giudici, introduzione di M. Bacigalupo, Milano, Mondadori, 1988. 16 I. BRODSKIJ, Dolore e ragione, Milano, Adelphi, 1998, pp. 83-133. 17 R. JARRELL, Robert Frost’s “Home Burial”, in The Third Book of Criticism, New York, Farrar, Straus and Giroux, 1969, pp.190-231. 18 Non posso non ringraziare il professor B. Boelhower e il professor G. Dowling per i loro suggerimenti. 19 A. MARIANI, L’arcobaleno infranto. La funzione del colore in Whitman, Dickinson, Frost, Merwin, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1997, pp. 137-77. 20 A. CELLI, Il momento simbolico nella poesia di Robert Frost, in Il simbolismo nella letteratura Americana, Firenze, La Nuova Italia, 1965, pp. 207-57. 21 P. LORETO, La voce di Robert Frost. Un timbro grave sotto un tono leggero, Milano, CUEM, 1999.

Anteprima della Tesi di Francesca Marangoni

Anteprima della tesi: La poetica del confine.Tre poesie tradotte di Robert Frost, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Marangoni Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14796 click dal 28/02/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.