Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La famiglia di fatto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 indissolubilità del vincolo 6 , a spingere verso la sua conclusione la fase del concubinato per aprire le porte a quella definita della “convivenza more uxorio”, espressione neutra priva, ad un tempo, di disvalore e di attitudine identificativa di un’autonoma formazione sociale. Questa fase è caratterizzata da una posizione di neutra accettabilità dell’ordinamento nei confronti della libera scelta di chi condivide vita e interessi assieme ad un’altra persona senza formalizzare la propria unione attraverso l’atto di matrimonio. La posizione dell’ordinamento in questo senso è stata descritta, da parte della dottrina , con il termine di “agnosticismo”, espressione dell’atteggiamento di indifferenza nei confronti della subjecta materia: da un lato infatti viene meno l’illiceità della libera scelta della convivenza, dall’altro la “liceità” del comportamento non si trasforma in compiuta regolamentazione. 6 Come scrive Bile, La famiglia di fatto: profili patrimoniali, in Atti del convegno di Pontremoli, 1975, “la legge istitutiva del divorzio ha profondamente inciso sul concetto di famiglia legittima, tradizionalmente legato all’idea del matrimonio indissolubile, ed ha consentito che venissero portate dinanzi ai giudici moltissime unioni di fatto, spesso di notevole durata e di insospettata stabilità, a volte protrattesi nella scrupolosa osservanza dei doveri di fedeltà e di reciproca solidarietà morale ed economica, che si contrapponevano ad altrettante famiglie legittime, ormai irrimediabilmente dissolte. Si ha qui la prova che, venuta meno la comunione materiale e spirituale fra i coniugi, cade la stessa ragion d’essere di una tutela di una famiglia fondata sul matrimonio”.

Anteprima della Tesi di Maria Lucia Civello

Anteprima della tesi: La famiglia di fatto, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria Lucia Civello Contatta »

Composta da 272 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24535 click dal 01/03/2005.

 

Consultata integralmente 93 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.