Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il servizio stampa dell'europarlamento. Raccolta, selezione, trattamento delle notizie sulla principale istituzione europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 resa pubblica, ma utilizzata dal giornalista per capire meglio il problema e trovare altri confidenti; GHHSEDFNJURXQG, quando la fonte non vuole che l’informazione che ha passato le sia attribuita; EDFNJURXG, la fonte accetta di essere identificata, non anagraficamente, ma facendo riferimento al proprio ufficio o alla propria funzione; RQWKHUHFRUG, nei casi in cui la fonte accetta di essere citata, senza restrizioni. La regola, come si è detto, è citare la fonte per rispetto nei confronti dei lettori che devono poter conoscere chi ha fornito la notizia; è chiaro che nei rapporti con i propri informatori, il giornalista può accettare dei compromessi per venire a conoscenza di fatti che altrimenti gli sarebbero preclusi. Citare le fonti rappresenta, inoltre, una garanzia per il pubblico: il giornalista ha meno discrezionalità nel raccontare le notizie e trova più difficile darle interpretazioni faziose. Per questo è bene ricordare un’altra regola sulla gestione delle fonti: l’integrità. Il giornalista quando mette fra virgolette, in un suo articolo, una dichiarazione di una sua fonte, deve riproporne fedelmente quanto questa ha dichiarato; non dovrebbe neanche fare modifiche per rendere il testo più scorrevole o per chiarire meglio il significato. La regola, molto seguita nei Paesi anglosassoni, è ormai in disuso in Italia, dove è consuetudine dei media a stampa riportare la verità sostanziale della dichiarazione o dell’intervista, senza badare troppo all’integrità delle dichiarazioni rese. Una altro aspetto che riguarda la fonte è l’affidabilità che il giornalista le attribuisce, citandola nei propri articoli ed essendo certo di non andare incontro a possibili smentite. Proprio l’assenza di smentita rappresenta una verifica a posteriori dell’affidabilità di una fonte: se dopo aver pubblicato il proprio pezzo, l’interessato non interviene smentendo o chiarendo quanto riportato, è possibile considerare la fonte attendibile e utilizzarla nuovamente in futuro. Certo, spesso i personaggi pubblici evitano di smentire ufficialmente quanto riportato

Anteprima della Tesi di Stefano Iannucci

Anteprima della tesi: Il servizio stampa dell'europarlamento. Raccolta, selezione, trattamento delle notizie sulla principale istituzione europea, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Stefano Iannucci Contatta »

Composta da 238 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 849 click dal 01/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.