Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzioni delle Relazioni industriali e gestione delle risorse umane nelle pubbliche Amministrazioni: il caso Giunta regionale Abruzzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Perchè lo stato sociale è ancora, e sarà sempre, legato indissolubilmente all’economia, a dei presupposti economici di base. L’investimento in ricerca e formazione diventa l’interesse immediato per governare la “globalizzazione” e la estrema varietà dei mercati e per orientare l’innovazione. La sfera della formazione, effettuata dalle aziende per gli “occupati” e dalle istituzioni per i “disoccupati” è strettamente interconnessa a quella del mercato del lavoro fino ad integrarsi in un unico processo, che riesca a garantire contemporaneamente sviluppo aziendale e tendenza alla piena occupazione (occupazione e rioccupazione). Il governo della deindustrializzazione indica la prospettiva di investimenti a lungo termine (a favore della risorsa sapere e formazione) e interventi nel breve periodo (contratti di solidarietà, ammortizzatori sociali, riduzione del tempo di lavoro) per gestire l’impatto di transizione. Nel delicato passaggio dallo Stato proprietario allo Stato regolatore, è importante il riferimento al “lungo periodo”, per sviluppare l’innovazione, e una “presenza pubblica” di qualità (nella scuola, nella ricerca e nell’informazione), perchè il prodotto più richiesto oggi sul mercato non è più una materia prima, ne una macchina, bensì una personalità. I cosiddetti investimenti in capitale umano non sono una gentile concessione delle relazioni economiche, ma un qualcosa di produttivo, la disponibilità di una forza lavoro più istruita, duttile, capace di prestazioni flessibili ed altamente specializzate. La debole propensione dell’impresa italiana a investire in ricerca e sviluppo, in formazione (non limitata solo ai quadri alti dell’azienda), denuncia un persistente ritardo nei confronti delle imprese europee. Secondo me, oggi, è richiesto un nuovo rapporto tra pubblico e privato, come condizione per investire nei punti nevralgici dell’innovazione e per smentire le tante voci che pensano di indicare un “limite” dello sviluppo pretendendo di conservare i livelli occupazionali, la competitività e la qualità della vita raggiunta nei paesi democratici. Quindi è ormai da tempo richiesta alla Pubblica Amministrazione regionale una funzione attiva di supporto all’apparato produttivo, attraverso la progettazione, l’implementazione, il controllo e la messa in opera di progetti di

Anteprima della Tesi di Giuseppe Capuzzi

Anteprima della tesi: Evoluzioni delle Relazioni industriali e gestione delle risorse umane nelle pubbliche Amministrazioni: il caso Giunta regionale Abruzzo, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Sociali

Autore: Giuseppe Capuzzi Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5065 click dal 03/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.