Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Modelli di Assegnazione del Rating in presenza di Gruppi di Imprese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I MODELLI DI ASSEGNAZIONE DEL RATING IN PRESENZA DI GRUPPI DI IMPRESE VIII di credito e con quali manifestazioni si presenti nella valutazione del merito creditizio di una controparte. Il rischio di credito, ulteriormente, deve essere scisso fra la sua componente attesa e quella inattesa: come si vedrà, la separazione assumerà consistenza nel computo del requisito patrimoniale. Tale approfondimento si rende necessario per esplorare più a fondo l’approccio Internal Rating Based (IRB) di Basilea 2: i rating interni, strumento di quantificazione del rischio di credito, devono necessariamente fondarsi su definizioni consistenti. L’approccio viene evidenziato nelle sue parti più qualificanti, ed indagato con particolare attenzione per la casistica oggetto della tesi: la clientela Corporate. Nel paragrafo successivo sono inoltre presentate le principali tecniche di mitigazione del rischio di credito consentite dal Nuovo Accordo: il tema delle garanzie assume infatti specifico rilievo nelle dinamiche interne ai gruppi di imprese. Il capitolo si conclude aprendo una breve finestra sul dibattito nato intorno a Basilea 2: è un opportunità o una minaccia? Per chi? A questo proposito vengono esposti i maggiori commenti sui tre principali “problemi” della cui generazione è accusato il Nuovo Accordo: 1. un razionamento del credito per piccoli prenditori e PMI; 2. un inasprimento dei requisiti patrimoniali per le banche; 3. una tendenza sistemica alla pro-ciclicità. Supportato anche da un analisi del Quantitative Impact Study N°3 (pubblicato dallo stesso Comitato di Basilea), il lavoro mostra come le prime due paure possano essere considerate infondate, ma anche come Basilea 2 rivoluzioni in realtà globalmente il rapporto tra Banca ed Impresa. Il secondo capitolo punta a definire univocamente l’oggetto di studio: i gruppi di imprese. Partendo da un’analisi delle primarie definizioni di gruppo fornite dalla letteratura, l’attenzione è rivolta alla mancanza di una stessa nell’ambito giuridico: il concetto di gruppo, nel nostro Ordinamento, è intrinsecamente incentrato sul concetto di controllo. Il fenomeno dei gruppi di imprese può assumere numerose tipologie: esplicitata la nozione di gruppo, è quindi necessario un esame delle differenti caratteristiche. Il

Anteprima della Tesi di Alberto Tomasini

Anteprima della tesi: I Modelli di Assegnazione del Rating in presenza di Gruppi di Imprese, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alberto Tomasini Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2270 click dal 04/03/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.