Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Riserve Internazionali della Biosfera dell'UNESCO. Progetto M.A.B.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 - L’UNESCO e le azione di tutela ambientale. Le Riserve Internazionali della Biosfera dell’UNESCO. Progetto M.A.B. 5 ξ favorisce l’accesso delle istituzioni più qualificate alle attività promozionali che l’UNESCO svolge attraverso la concessione del Patrocinio e di contributi sull’apposito "Programma di Partecipazione". A livello mondiale esistono molti squilibri inerenti la protezione di importantissimi beni culturali e ambientali. Per evitare che testimonianze storiche e/o di particolare singolarità naturalistica possano essere abbandonate all’incuria - che ne causerebbero il degrado - o siano ”inquinate” da interventi non opportuni, l’UNESCO ha istituito la Convenzione Internazionale del Patrimonio Mondiale del 23 novembre 1972 (Convenzione di Parigi). La Convenzione del 1972 considera patrimonio culturale: ξ i monumenti: opere architettoniche, sculture o pitture monumentali, elementi o strutture di carattere archeologico, iscrizioni, caverne e insiemi di elementi che abbiano un valore universale eccezionale dal punto di vista storico-artistico e scientifico; ξ gli insiemi: gruppi di costruzioni isolate o riunite, la cui architettura, unità e integrazione nel paesaggio dia

Anteprima della Tesi di Giacomo Rosato

Anteprima della tesi: Le Riserve Internazionali della Biosfera dell'UNESCO. Progetto M.A.B., Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giacomo Rosato Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1376 click dal 08/07/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.