Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Somministrazione di due antiossidanti naturali alla bovina nel periparto: effetti sui parametri quali-quantitativi del latte e sullo stato ossidativo del siero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3. STRATEGIE NUTRIZIONALI PER LA BOVINA NEL PERIPARTO Il periodo di transizione costituisce per la bovina da latte una complessa rete di interazioni tra aspetti metabolici, endocrini, immunitari, psichici e nutrizionali. Un’accurata gestione dell’alimentazione della bovina negli ultimi 7 giorni prima del parto e nelle prime due settimane dopo il parto ha come obiettivi principali: - contenere la riduzione dell’assunzione di sostanza secca - aumentare la disponibilità di glucosio - assicurare un corretto apporto di proteine e aminoacidi - nel complesso esercitare un’azione preventiva sulle principali dismetabolie post partum, al fine di assicurare il benessere e la produttività della bovina. Gli interventi nutrizionali che vengono attuati prevedono una azione sulla composizione della razione e l’utilizzo di additivi. Dal punto di vista dell’apporto energetico è importante aumentare la percentuale di carboidrati non strutturali (NSC) nella razione. Oltre al superiore apporto di calorie, gli effetti positivi di questo intervento sono dovuti all’aumento della produzione ruminale di propionato, che determina un aumento della sintesi epatica di glucosio. Il propionato e il glucosio stimolano la secrezione di insulina, ormone che riduce la lipomobilizzazione e la deplezione di glicogeno a livello epatico, con conseguente diminuzione della possibilità di insorgenza di steatosi e di chetosi. Può essere utile anche somministrare una certa quota di grassi protetti a livello ruminale durante l’ultimo periodo di asciutta, valutando però il possibile effetto di depressione dell’assunzione alimentare. L’aumento del contenuto proteico della dieta nelle ultime settimane prima del parto è risultato correlato con una riduzione del rischio di insorgenza di ritenzione placentare e di 7

Anteprima della Tesi di Sara Galletti

Anteprima della tesi: Somministrazione di due antiossidanti naturali alla bovina nel periparto: effetti sui parametri quali-quantitativi del latte e sullo stato ossidativo del siero, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina Veterinaria

Autore: Sara Galletti Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2177 click dal 03/03/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.